fbpx

Bolzano torna in vetta dopo un anno: è la provincia altoatesina a trionfare nella classifica relativa alla qualità della vita nelle 107 province italiane, classifica stilata da Il Sole 24 Ore. Il capoluogo altoatesino torna quindi dopo un anno di assenza al primo posto (l’anno scorso il primato era spettato a Bologna, che quest’anno si consola con il primo posto tra le città più smart), davanti a Siena e Trento. Fuori dal podio, ma comunque nella top 10, ci sono Rimini, Trieste, Parma, Belluno, Ravenna, Aosta e Bologna. Tra le province con più di un milione di abitanti, Milano guadagna due posizioni rispetto al 2011, classificandosi 17esima, subito prima di Firenze. Bene anche Roma, al 21° posto, Brescia al 26° e Torino al 43°. All'ultimo posto della graduatoria, la provincia di Taranto.

“Secondo lei è giusto pagare un biglietto di ingresso nei luoghi della cultura statali?” “Per le sue abitudini e i suoi ritmi giornalieri, qual è la fascia oraria più adeguata per la visita a un museo?”: sono queste alcune delle nove domande comprese nel “Questionario sulle politiche di accesso ai luoghi della Cultura dello Stato”, l’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC) mirato a conoscere il parere dei cittadini sulla fruizione dei luoghi statali dell'arte. Il questionario è online, è aperto a tutti ed è disponibile sul sito del Ministero fino al 9 dicembre 2012.

Torna il 28 e il 29 novembre 2012, come sempre a Firenze, BTO-Buy Tourism Online, la manifestazione dedicata al turismo, alla promozione e alle nuove tecnologie. Giunta alla quinta edizione, BTO (che si terrà quest’anno presso la Fortezza da Basso) è una full immersion di formazione sui temi del travel 2.0 che si sta affermando come uno degli appuntamenti più rilevanti in Europa nel suo comparto.

Si è svolto mercoledì 14 novembre, presso l'Università di Teramo, il primo incontro di presentazione del progetto Ve.Le. – la ciclovia adriatica da Venezia a Lecce – nato all'interno del dottorato internazionale di ricerca in Sociology of regional and local development dell'università teramana. Un progetto che, se realizzato, diventerebbe la pista ciclabile più lunga d’Italia.

È nata la “Carta dei servizi turistici e ambientali dei porticcioli liguri”. L'iniziativa, presentata ieri nella sede della Regione Liguria da Renata Briano e Angelo Berlangieri, gli assessori regionali all'Ambiente e al Turismo, è stata sottoscritta da un primo gruppo di porticcioli, comuni, parchi, Centri di educazione ambientale e da altri enti locali. La carta è frutto del progetto europeo Marittimo Turismo Porti Ambiente, nato dalla cooperazione della Liguria con la Provincia di Livorno, la Corsica e la Sardegna.

La Riviera Romagnola, la più grande d’Europa, è tra le mete più gettonate dai giovani, italiani e stranieri. E non solo nei mesi estivi, quando i 110 km di coste sono invasi da turisti di ogni età e provenienza, ma anche nel resto dell’anno, tra iniziative culturali, eventi e convegni.

Rimini, considerata la capitale della Riviera, ha quindi deciso di venire incontro alle esigenze dei visitatori, e da oggi diventa più “mobile”: tutte le novità e le informazioni utili, infatti, diventano raggiungibili dalla nuova versione per smartphone del sito ufficiale,  www.riviera.rimini.it. Tramite una navigazione dedicata con scorrimento “a slide”, disponibile per tutte le  piattaforme mobili, il sito della Riviera di Rimini permette a turisti e cittadini di scoprire in modo ancora più diretto ed immediato la ricchezza e il dinamismo di una realtà giovane, ricca di  luoghi, eventi e opportunità da scoprire.

18 eventi acquisiti (11 congressi associativi e 7 eventi aziendali), grazie ai quali si registreranno 17mila delegati e un totale di 43mila presenze a Torino; la ricaduta economica sul territorio sarà notevole, e viene stimata tra i 13 e i 21 milioni di euro. Sono i dati, molto positivi, resi noti da Turismo Torino e Provincia Convention Bureau, relativi all’attività svolta nel 2012. E alle manifestazioni già acquisite vanno poi aggiunte 9 nuove candidature presentate dall’ente.