fbpx

Il Comune in provincia di Savona mette a disposizione 5 nuove location all’aperto e vista mare per celebrare i matrimoni di residenti e turisti, e lancia un bando per trovare immobili privati che vogliano partecipare a un business da 315 milioni di euro nel mondo


Un matrimonio in spiaggia: una scena classica nei film americani, poco più di una fantasia in Italia. Almeno fino a poco tempo fa: negli ultimi anni, infatti, sta prendendo sempre più piede l’iniziativa di Comuni grandi e piccoli che mettono a disposizione palazzi di pregio, edifici storici e anche ambientazioni esterne per celebrare le nozze civili (anche se in alcuni casi è necessaria la procedura ufficiale in municipio per confermare la celebrazione all’aperto).
Una questione di servizi ai cittadini, ma non solo, soprattutto in un Paese a vocazione turistica come l’Italia. L’anno scorso, in occasione della prima Borsa del Matrimonio in Italia, una ricerca Jfc ha rivelato che il turismo nuziale nel mondo vale oltre 1.221.000 presenze da 25 Paesi e un fatturato complessivo di 315 milioni di euro. Secondo un altro studio, inoltre, l'Italia è il Paese leader mondiale in questo settore: dei 44 milioni di turisti che ogni anno visitano l’Italia, 352.000 lo fanno per motivi legati a matrimoni, anniversari o viaggi di nozze. Tra le location italiane più richieste per promettersi amore eterno ci sono Verona, Venezia, Firenze e Roma, la campagna senese, la costiera amalfitana con Capri, il Salento.
A queste località note universalmente si è aggiunta di recente Pietra Ligure, Comune da 9000 abitanti della provincia di Savona, che ha stabilito di mettere a disposizione degli aspiranti sposini locali e da fuori 5 location suggestive, anche vista mare.
“La vista panoramica della Madonnina di Ranzi, i colori suggestivi del Parco botanico o il fascino intramontabile di un matrimonio in riva al mare: sulla spiaggia delle barche, su quella di levante o tra le luci del molo”. Sono queste le cinque romantiche location individuate e descritte dal Comune di Pietra Ligure per i matrimoni civili, oltre al municipio.
“Il matrimonio civile in spiaggia è da anni una consuetudine negli Stati Uniti ed è diffuso in molti paesi esotici come le Maldive o le isole caraibiche e da poco sta prendendo piede anche in Italia dando impulso ad un turismo specifico ad esso legato” scrivono dal Comune. L’amministrazione di Pietra Ligure ricorda poi che, ad eccezione del Parco Botanico che è l’unica sede alternativa alla Sala Consiliare, nelle altre location possono essere celebrati i cosiddetti “matrimoni figurativi”, ovvero cerimonie che “pur esaltando il carattere festoso e l’aspetto coreografico del rito, devono comunque essere precedute da un matrimonio civile in Comune”.
Un doppio passaggio che non sta certo fermando la voglia di nozze in ambienti così suggestivi, come conferma il costante aumento di richieste da parte di coppie e di agenzie di wedding planning al Comune savonese, tanto che l’amministrazione di Pietra Ligure ha deciso di rivolgersi anche ai privati per individuare altri luoghi di pregio.
È stato infatti appena pubblicato un bando che permetterà ai proprietari di immobili di valore architettonico o paesaggistico di mettere a disposizione del Comune le loro strutture. Queste diventerebbero così delle vere e proprie alternative alla sede municipale nelle quali potranno essere celebrate ufficialmente le cerimonie.
“La nostra amministrazione è convinta che un Comune a vocazione turistica come Pietra Ligure debba rendersi aperto a qualsiasi iniziativa che ne promuova l’immagine e ne ampli l’offerta di servizi e attrazioni per turisti e residenti” ha spiegato il sindaco Dario Valeriani, secondo il quale “in questo modo si potrà ampliare l’offerta turistica della nostra cittadina ed allo stesso tempo promuovere Pietra Ligure nell’ambito di questo nuovo tipo di turismo emergente”.
Per consultare il bando del Comune di Pietra Ligure sulle location private per i matrimoni:
http://www.comunepietraligure.it/index.php?option=com_docman&task=cat_view&Itemid=9&gid=412&orderby=dmdate_published

 

LEGGI ANCHE: Turismo per matrimoni, a Roma il primo convegno per un settore da 315 milioni

Turismo "sostenibile", Firenze punta su matrimoni e congressi

La Toscana lancia tre progetti su cicloturismo, enoturismo e matrimoni

Rimini sposa i turisti cinesi

Ostia apre la spiaggia ai matrimoni

I matrimoni che fanno bene al patrimonio dell’Italia

In Basilicata il rito del matrimonio per promuovere il territorio