Elba del vicino

Nella località elbana 14 artisti, compagnie, gruppi saranno ospiti per una settimana durante l’estate per lavorare con la formula della residenza d’artista. Attesa una buona ricaduta culturale e d’immagine

Un modo intelligente e insolito di promuovere il territorio è stato avviato con il bando “l’Elba del Vicino - Una Stagione d’Artista” che prevede la residenzialità di un certo numero di artisti in cambio della condivisione della loro attività con la comunità dell’Isola d’Elba.

L’idea arriva da lontano, da epoche in cui gli artisti, spesso squattrinati e sconosciuti, offrivano le loro opere a locande e trattorie che li ospitavano. Anche l’Isola d’Elba ha avuto il suo piccolo cenacolo di artisti e letterati negli anni ’50 quando a Procchio, al ristorante Da Renzo, stazionavano pittori come Giorgio De Chirico e Renzo Baraldi, e qualche anno dopo anche Lucio Fontana. Forse memori di quella esperienza elbana, Associazione Municipale Teatro, Cooperativa Vedogiovane e Istituto Sacro Cuore, in collaborazione con il Comune di Rio Marina e con il patrocinio del Comune di Portoferraio, hanno lanciato la nuova iniziativa.

Il periodo di residenza offerto agli artisti è di una settimana, dal giovedì al giovedì seguente, nei mesi di luglio, agosto e settembre 2017, con l’assegnazione di uno spazio in cui lavorare e la sistemazione in pensione completa.

Agli organizzatori sono pervenute oltre 100 candidature, con tutte le arti coinvolte, dalla danza al teatro, dalle discipline circensi alla musica, dalla letteratura alla pittura, dalla fotografia alla scultura, dal fumetto all'architettura. Molte proposte coinvolgono contemporaneamente più arti e le ripropongono in nuove declinazioni e sperimentazioni.

Tutta l'Italia è rappresentata, da Trento a Siracusa, ma sono giunte candidature anche da artisti argentini, israeliani, polacchi, francesi, danesi.
Quattordici di essi, singoli o compagnie di massimo quattro persone, selezionati in questi giorni, animeranno con le loro attività e performance l’estate di Rio Marina. Sono previste infatti tantissime attività di formazione, workshop, intrattenimento, animazione, mostre, occasioni di condivisione e di crescita rivolte soprattutto ai giovani elbani. Ad ogni residenza corrisponderà una mostra, un’opera per arricchire l’arredo urbano e del luogo di residenza, uno spettacolo, una performance, un concerto.