Castelsardo

Otto Comuni pronti ad accogliere i turisti per i week-end di primavera, il nuovo progetto della Sardegna per favorire la destagionalizzazione e rendere i piccoli borghi protagonisti di un turismo esperienziale

I borghi sono il fulcro del turismo esperienziale: il paesaggio urbano, la natura, l’arte, la cultura e la gastronomia di qualità sono gli elementi distintivi che rendono ogni paese un piccolo microcosmo da scoprire e da vivere. In Sardegna ai borghi sono stati dedicati i week-end di primavera, grazie ad un progetto denominato “Primavera nei Borghi di Eccellenza”.

L’iniziativa permette di valorizzare 8 borghi che in altrettanti week-end apriranno le porte ai turisti per scoprire il patrimonio storico e culturale, le produzioni enogastronomiche tipiche e ciò che caratterizza la vita autentica all’interno dei piccoli Comuni. Questo progetto contribuirà a consolidare l’identità dei borghi, sviluppando in maniera sostenibile i territori coinvolti con l’intento di ripopolare le aree interne.

I Comuni coinvolti nel progetto sono: Castelsardo, Aggius, Bosa, Galtellì, Gavoi, Laconi, Oliena e Sardara. L’obiettivo principale è destagionalizzare i flussi, affiancando al turismo balneare un viaggio di tipo esperienziale che faccia venir voglia di scoprire le bellezze dei piccoli Comuni che costellano la Sardegna.

Il progetto per il 2017 viene avviato per il mercato interno, fatto di residenti e turisti già presenti nel territorio ma per il prossimo anno verrà allargato al mercato nazionale e internazionale al fine di rendere la Sardegna un luogo appetibile, non solo per le sue spiagge da sogno, ma anche per i suoi borghi che racchiudono eccellenze. Il 2017 è l’Anno dei Borghi a livello nazionale e iniziative come questa si sposano alla perfezione con le direttive del MiBACT che vuole raccontare e valorizzare le bellezze dei piccoli Comuni italiani, partendo dalle risorse esistenti che se opportunamente promosse sono in grado di generare interesse e di conseguenza turismo e occupazione.