fbpx

La giunta piemontese dà il via libera al fondo rotativo per le piccole e medie imprese regionali del comparto turistico. Fondi destinati a nuove strutture ricettive e alla riqualificazione di quelle esistenti


Il Piemonte stanzia i fondi per le Pmi del turismo. Ieri, infatti, è stato deliberato dalla Giunta regionale piemontese il bando di finanziamento per interventi di sviluppo, potenziamento e riqualificazione dell'offerta turistica, bando connesso alla legge 18/1999.
Come spiega una nota ufficiale, si tratta di un fondo rotativo di circa 14.700.000 euro che in futuro potranno essere incrementati. I fondi sono destinati a creare nuove strutture ricettive e a migliorare quelle esistenti, nonché per interventi sugli impianti a fune, per realizzare o riqualificare attrezzature turistiche e per interventi su servizi di pertinenza quali possono essere centri benessere, impianti sportivi e aree parcheggio.
Destinatarie dell'intervento sono le piccole e medie imprese del territorio regionale, che potranno usufruire di un finanziamento agevolato per investimenti con un importo minimo di 50.000 euro. In caso di interventi definiti "prioritari", la Regione finanzia a tasso zero il 70% del valore (con un massimo di 700.000 euro), mentre il restante 30% è costituito da fondi bancari alle condizioni concordate fra Finpiemonte e gli istituti di credito. Per le altre tipologie di intervento il finanziamento regionale a tasso zero è del 50% (con un massimo di 500.000 euro) e la restante metà sempre resa disponibile dall'accordo stipulato da Finpiemonte con le banche.
Sono considerate prioritarie le opere su strutture esistenti che non ne aumentino la superficie, quelle necessarie a riaprire strutture chiuse da almeno due anni o a incrementare l'efficienza energetica e la tecnologia domotica degli edifici, oltre che quelle per adeguare gli impianti a fune destinati al di trasporto pubblico locale.
"Nel quadro di un piano di valorizzazione del nostro sistema turistico, quello odierno rappresenta un passaggio importante, tappa di un percorso necessario verso una sempre maggior collaborazione fra pubblico e privato che si esprime anche in questo modo, offrendo alle imprese un concreto sostegno a investimenti capaci di aumentare il livello qualitativo dell'offerta e della ricettività regionale" ha commentato Antonella Parigi, assessore a Cultura e Turismo del Piemonte.

 

LEGGI ANCHE: Made in Piemonte, un nuovo modello per il turismo d'impresa

Piemonte, ancora in crescita i turisti nel 2014

Comune di Torino e Regione Piemonte comunicano insieme l'Expo

Turismo e sport in montagna, 1,7 milioni dal Piemonte per lo sviluppo sostenibile

FVG e Piemonte si alleano per turismo ed enogastronomia