fbpx
Palau

Diritti umani, tutela dell'ambiente e del welfare: ecco i 10 luoghi migliori per un viaggio ecosolidale. A stilare la classifica Ethical Traveler, ente non profit americano

"Non mi dire quanto sei educato e colto. Dimmi quanto hai viaggiato"
È da queste parole di Maometto che prende le mosse il lavoro di Ethical Traveler, un'organizzazione non-profit statunitense che si occupa di promuovere il turismo etico ed ecosolidale in tutto il mondo.
Dal 2006, Ethical Traveler stila una classifica sulle "World's 10 Best Ethical Destinations", ovvero sulle 10 nazioni del mondo da visitare per un turismo etico in grado di sostenere l'economia di Paesi in via di sviluppo.
"Mentre esploriamo il nostro pianeta con più facilità, ma a una distanza mai vista prima – sui nostri computer, tablet e smartphone – non dimentichiamoci il potenziale di trasformazione che risiede nel viaggio reale, fisico. In qualunque modo vi giungiate, non c'è niente come arrivare in una terra straniera per la prima volta e imbarcarsi in un personale viaggio fatto di scoperte. La possibilità di viaggiare in maniera tranquilla e sicura tra i Paesi e le culture è recente come lo sviluppo dei social network, ed è uno strumento altrettanto importante per capire questo pianeta e i suoi abitanti" si legge nel comunicato ufficiale. "Il turismo è recentemente divenuto la più grande industria del mondo, con un'impronta da un trilione di dollari all'anno. Ciò significa che i viaggiatori hanno un potere reale. C'è un reale significato politico ed economico nel luogo dove decidiamo di mettere i nostri piedi. 'Ethical Traveler' crede che un viaggio ragionato offra molte ricompense, sia personali che globali. 'Votando con le nostre ali', cioè scegliendo bene le nostre destinazioni e ricordando il nostro ruolo di diplomatici civili, creiamo positività internazionale e aiutiamo a cambiare il mondo in meglio".
Ogni anno, per stilare questa classifica, Ethical Traveler esamina le politiche e le normative dei Paesi in via di sviluppo"dall'Afghanistan allo Zimbabwe" spiegano – per poi selezionare i 10 che hanno dato vita alle migliori iniziative per i diritti umani, per la difesa dell'ambiente e del welfare, così da creare un'industria turistica vivace e basata sul territorio. "Visitando questi Stati, usiamo le nostre leve economiche di viaggiatori per supportare le best practice mondiali. Vi consigliamo caldamente di esplorare queste nazioni e di godere appieno dei loro panorami, delle loro culture e dell'ispirazione che possono offrire".
"Nessun Paese è perfetto" affermano da Ethical Traveler. "Tuttavia ciascuno dei nostri vincitori ha compiuto uno sforzo concreto per 'fare la cosa giusta' nei contesti che abbiamo esaminato".

 

Ecco le 10 destinazioni, in ordine alfabetico, scelte da Ethical Traveler come "World's 10 Best Ethical Destinations".

 

- Bahamas
- Barbados
- Capo Verde
- Cile
- Repubblica Dominicana
- Lettonia
- Lituania
- Palau
- Uruguay

 

Guarda il report completo su Ethical Traveler

 


LEGGI ANCHE: Aruba 100% ecosostenibile, tra progetto e sogno

Le città migliori al mondo per i giovani: prima Toronto, Roma tredicesima

Italia, un brand da 1 miliardo di dollari che aspetta di essere valorizzato

Londra la città più cara al mondo, le italiane (per fortuna) sono indietro

Le città migliori del mondo per gli studenti? Parigi, Londra e Singapore

I borghi italiani più amati dagli stranieri

Maremma che meta!

Le 10 mete di lusso del 2014

 

(Nella foto, l'arcipelago di Palau, nell'Oceano Pacifico. Fonte http://www.futurepolicyaward.org/2012/09/and-the-winner-is/70-isl_bert-yates_2/)