fbpx

web

  • Un sacco di spunti e molte speranze dal BTO 2013, scrive Wired in un articolo a firma di Lorenzo Fantoni. Chiusi i battenti sulla due giorni fiorentina dedicata al turismo online, l'edizione italiana della celebre rivista su innovazione e mondo digital dedica un interessante articolo alle "10 cose che abbiamo imparato sul turismo al Bto 2013".

  • Una sorta di Airbnb all'italiana: è BnB Genius, un'idea di quattro giovani italiani che sta prendendo piede a livello internazionale (ma solo in entrata verso il nostro Paese, come da idea originale) e di cui parla "Solferino 28 anni" blog di Chiara Maffioletti sulle pagine online del Corriere della Sera.

  • In genere gli hotel si pagano in base al numero di notti trascorse in camera, ma che cosa succede se si ha bisogno di una stanza per qualche ora durante il giorno? Succede che si risparmia, grazie anche a Daybreakhotels.com.

  • Si chiama Italian Quality Experience il sito che si apre alle 700.000 imprese italiane del settore agroalimentare. Un'iniziativa di Unioncamere e Symbola per Expo 2015

  • Una ricerca dell'Università di Siena rivela che, sebbene il fenomeno sia in crescita, solo 461 su oltre 8.000 Comuni d'Italia è presente sul social network che cinguetta. I profili utilizzati soprattutto per veicolare informazioni su territorio e turismo. Torino la città con più follower

  • Google è spietato, e non guarda in faccia a nessuno: analizza, comprende, ed emette sentenze inappellabili. Lo ha capito anche un gigante della rete come Expedia, il portale di prenotazioni viaggi creato da Microsoft negli anni '90, che è stato fortemente penalizzato da Google, tanto da perdere addirittura il 25% del traffico organico sul proprio sito.

  • Che il turismo in Italia sia una miniera d'oro, ormai, l'abbiamo capito in molti. Soprattutto l'hanno capito all'estero, con giganti del web mondiale che fatturano miliardi di euro (esentasse o quasi) sfruttando l'attrazione che il nostro Paese esercita in ogni angolo del globo, e vendendo i propri servizi di prenotazioni per voli e alberghi.

  • Si chiama Sitra, e consentirà agli operatori di snellire i tempi e le procedure per la raccolta e l'invio di dati statistici, con classificazione delle strutture e comunicazione dei prezzi

     

    Un sistema telematico per la semplificazione del turismo in Abruzzo, a disposizione di tutti gli operatori: è Sitra, un software modulare capace di offrire servizi alle imprese turistiche del territorio, consentendo loro di svolgere, in maniera rapida ed efficiente, una serie di procedure amministrative e di adempiere gli obblighi di legge.
    Il sistema Sitra (Sistema Informatico Turistico della Regione Abruzzo) consentirà una vera rivoluzione, con una netta semplificazione dei tempi e dei procedimenti a carico degli operatori in materia di raccolta ed invio di dati statistici, classificazione delle strutture ricettive, comunicazione e vidimazione dei prezzi delle attrezzature e dei servizi ricettivi. Per svolgere le operazioni sarà sufficiente un semplice invio telematico, con notevoli risparmi in termini di tempo e di costi.

  • Pinterest, il noto social network di photosharing, si lancia nel settore viaggi e tempo libero, inaugurando una funzione di geolocalizzazione: i "Place Pins".

  • Presentato a Belluno il portale web nato a giugno per raccogliere e offrire ai turisti tutte le informazioni sui rifugi sparsi sulle montagne del territorio italiano. Quasi 500 su 1000 le adesioni fino a oggi

  • Tra frammentazione delle imprese e mancanza di coordinamento nazionale, il turismo italiano fatica ad avanzare nella digitalizzazione. Qualche luce inizia ad accendersi

  • Pronta ad aprile sostituirà il precedente software semplificando le procedure degli operatori delle strutture ricettive