fbpx

Pinterest, il noto social network di photosharing, si lancia nel settore viaggi e tempo libero, inaugurando una funzione di geolocalizzazione: i "Place Pins".
È stato Justin Edmund, Product Designer di Pinterest, a illustrare la novità sul blog ufficiale di Pinterest: "Circa un anno fa abbiamo notato che i pinners creavano diverse board a proposito delle vacanze che stavano pianificando, posti speciali vicino ai quali vivono e luoghi che un giorno vorrebbero visitare. In effetti, ogni giorno la gente pinna circa 1,5 milioni di luoghi, e ora ci sono più di 750 milioni di pin di queste destinazioni su Pinterest. Allora ci siamo chiesti: come possiamo aiutare le persone a trasformare le loro aspirazioni di viaggio in realtà? Oggi abbiamo fatto un primo passo verso questo obiettivo con Place Pins".
I Place Pins, infatti, sono stati progettati (e disponibili anche su smartphone e tablet) per unire l'immaginario di una rivista di viaggi con l'utilità di una mappa online che si possa condividere con gli amici. L'accesso da device mobili, inoltre, rende possibile trovare nuovi posti in movimento e anche ottenere indicazioni stradali. Tra i dettagli extra del nuovo servizio, anche l'indirizzo e il numero di telefono direttamente sul Pin, funzionalità che consente di reperire velocemente informazioni utili per i propri spostamenti.
Pinterest ha deciso quindi di investire nel turismo, elemento confermato dagli accordi presi con portali e app come Airbnb, Foursquare e MapBox (quest'ultimo è un servizio cloud-based per la condivisione di mappe personalizzate sul web). Altre collaborazioni sono state avviate anche con enti e società operanti nel settore turistico-alberghiero, come Visit Britain, Disney, NYC & Company e Four Seasons. Grazie a tutti questi accordi, i territori e le località turistiche potranno sfruttare le potenzialità di Pinterest per migliorare la propria visibilità internazionale, più o meno come se il social network fosse una rivista di viaggi diffusa a livello mondiale.

 

LEGGI ANCHE: Il successo dei diari digitali nel turismo 2.0

Il social network per gli eventi nel mondo, creato da un modenese

Viaggi e social media, il legame che diventa sempre più stretto