fbpx

Milano guarda alla Cina, accordo con il tour operator di Stato

Il Comune di Milano ha stretto una partnership con il CITS - China international travel service limited. Cinesi sempre più interessati alla “destinazione Italia”

I borghi sono il futuro dell'Italia

Abbiamo fatto una chiacchierata con Rosanna Mazzia , sindaca di Roseto Capo Spulico (borgo in provincia di Cosenza), da poco eletta Presidente dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia, che riunisce i piccoli Comuni italiani con l’obiettivo di promuovere uno sviluppo locale sostenibile, riscoprendo le piccole realtà territoriali. Con lei abbiamo parlato di autenticità, valorizzazione del territorio, turismo esperienziale e obiettivi futuri dell’Associazione.

La tintarella al mare sempre di moda tra gli stranieri

Cresce la spesa turistica straniera sulle nostre spiagge e ovunque ci sia uno specchio d’acqua. Forte incremento dagli Stati Uniti e dalla Cina

Lombardia record: il turismo dello shopping vale 813 milioni di euro

Il Made in Italy fashion attrae i turisti stranieri, anche fuori stagione. Le città più apprezzate, oltre a Milano, sono Roma e Firenze

Appia Antica, bando di Invitalia per trasformarla in un cammino turistico

L’appalto dell’agenzia per lo sviluppo dedicato alla Regina Viarum. Segnaletica, messa in sicurezza e verifica del tracciato storico tra le azioni più importanti

mautomkgt

amavido

Banner PICS

banner

Ottobre 11, 2019

Non solo turismo estivo: la Sicilia investe un milione di euro sulla destagionalizzazione

in Dal Territorio

by Teresa Principato

L’Assessorato al Turismo punta sugli spettacoli teatrali e musicali in siti ad alto valore artistico…
Ottobre 09, 2019

Recontemporary, a Torino il primo Club della Video Arte in Italia

in Opinioni

by Anna Tomba

Accanto alla Mole Antonelliana, simbolo della Torino sabauda, nasce il primo Club della Video Arte…
Ottobre 09, 2019

Monasteri Aperti, l’Emilia Romagna apre i luoghi di culto lungo i suoi Cammini

in Dal Territorio

by Claudio Pizzigallo

Prima edizione dell’iniziativa di Apt Emilia Romagna legata alla promozione turistica degli antichi cammini
Ottobre 08, 2019

Capitali europee, Roma la più amata dai turisti

in Dal Mondo

by Riccardo Caldara

Interessante ricerca comparativa commissionata da UniCredit sulla base delle esperienze dei turisti stranieri. Roma supera…
Ottobre 07, 2019

Auto e musei, una storia d'amore lunga 50 anni

in Opinioni

by Federica Ellena

L'automobilismo storico: una forma d’arte da tramandare ai posteri
Ottobre 07, 2019

Ai turisti francesi piace sempre molto il Bel Paese

in Dal Mondo

by Riccardo Caldara

I vicini d’Oltralpe scelgono l’Italia per la cucina, l’artigianato, la cultura, il benessere e per…
Ottobre 02, 2019

L’Umbria pronta a favorire la destagionalizzazione del turismo

in Dal Territorio

by Riccardo Caldara

Un bando della Camera di Commercio di Perugia per contributi a favore di soggetti che…
Ottobre 03, 2019

Lombardia al top dei settori ristorazione e alloggio

in Dal Territorio

by Riccardo Caldara

I dati della Camera di Commercio Milano, Monza Brianza e Lodi confermano la leadership nazionale
Ottobre 02, 2019

L’Intelligenza Artificiale nel turismo del futuro

in Opinioni

by Super User

Quali sono e quali saranno le applicazioni della AI nel settore turistico? Quali questioni etiche…
Settembre 30, 2019

La Regione Lazio allunga le piste ciclabili

in Dal Territorio

by Riccardo Caldara

Progetti per 16 milioni di euro porteranno alla mobilità laziale percorsi per oltre 500 nuovi…
Settembre 26, 2019

Milano guarda alla Cina, accordo con il tour operator di Stato

in Notizie

by Riccardo Caldara

Il Comune di Milano ha stretto una partnership con il CITS - China international travel…
Settembre 27, 2019

I borghi sono il futuro dell'Italia

in Notizie

by Debora Calomino

Abbiamo fatto una chiacchierata con Rosanna Mazzia, sindaca di Roseto Capo Spulico (borgo in provincia…
Settembre 26, 2019

La tintarella al mare sempre di moda tra gli stranieri

in Notizie

by Riccardo Caldara

Cresce la spesa turistica straniera sulle nostre spiagge e ovunque ci sia uno specchio d’acqua.…
Settembre 24, 2019

Lombardia record: il turismo dello shopping vale 813 milioni di euro

in Notizie

by Teresa Principato

Il Made in Italy fashion attrae i turisti stranieri, anche fuori stagione. Le città più…
Settembre 23, 2019

La tutela della Mortola, opportunità per il turismo a Ventimiglia

in Dal Territorio

by Riccardo Caldara

Stanziati 118mila euro per infrastrutture a tutela dei fondali dell’area marina vicino al confine con…

Al via un progetto per dar forma a un itinerario turistico e culturale tra i luoghi dei grandi scrittori siciliani, da Verga a Pirandello, da Sciascia a Camilleri e molti altri. Alla firma del protocollo d’intesa presente anche il ministro Bray

 

Un itinerario turistico tra i luoghi dei grandi letterati siciliani: è il progetto lanciato in questi giorni dalla Regione Sicilia, con l’avvallo del ministro di Cultura e Turismo Massimo Bray, che lo scorso fine settimana ha partecipato alla firma del protocollo d’intesa  da parte degli assessori regionali competenti.

Bray ha poi voluto visitare alcuni dei luoghi che faranno parte della “Strada degli scrittori”: dopo una passeggiata notturna nella Valle dei Templi di Agrigento, infatti, il ministro del MiBACT – accompagnato dal direttore del Parco archeologico Luigi Parello e dai responsabili del Fai – ha cominciato la giornata di lunedì al parco della Kolimbetra, il “giardino degli dei”; successivamente, con l’assessore regionale ai Beni culturali Mariarita Sgarlata, un trasferimento verso l’entroterra a Racalmuto, il paese natio di Leonardo Sciascia, dove nei locali della Fondazione intitolata allo scrittore si è discusso del progetto sull’itinerario turistico-letterario con gli assessori di Rosario Crocetta, con il presidente dell’Assemblea regionale Giovanni Ardizzone, con esponenti di Confindustria e degli albergatori, con presidenti e direttori dei maggiori teatri siciliani.

La prima parte del percorso, dunque, sarà costituita dai 30 chilometri che vanno dalla costa di Porto Empedocle alla collina di Racalmuto: un itinerario lungo il quale si trovano teatri, fondazioni, circoli, miniere e castelli, oltre alle case natali di grandi scrittori siciliani, da Verga a Pirandello, da Brancati a Sciascia, senza dimenticare grandi nomi come Bufalino, Consolo, Ignazio Buttitta, Dacia Maraini, Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Andrea Camilleri. Una strada che dalla Contrada Noce di Racalmuto, dove Sciascia scrisse gli ultimi libri, porta alla celeberrima Scala dei Turchi, recentemente liberata dall’orrendo ecomostro che ne deturpava il paesaggio.

Il progetto, del resto, ha come obiettivo proprio quello di rilanciare il turismo e la cultura nel cuore letterario della Sicilia. “Viviamo nel Paese più bello del mondo. Dobbiamo solo amarlo un po’ di più” ha commentato Bray dalla Valle dei Templi. Il ministro ha poi assistito alla firma del protocollo operativo del progetto siciliano, un progetto che coinvolge diversi assessorati regionali siciliani: Beni culturali e Identità siciliana, Turismo, Sport e Spettacolo, Istruzione e Formazione Professionale, Attività produttive, Risorse agricole e alimentari, Territorio e Ambiente. E proprio l’assessore ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata, ha spiegato il senso dell’iniziativa: “Le strade degli scrittori definiscono un insieme di risorse naturali, culturali e ambientali dei luoghi di nascita, crescita e ispirazione di importanti scrittori siciliani come Sciascia, Pirandello e Camilleri. La prima area in cui sperimenteremo il progetto si estende per trenta chilometri nell’asse Racalmuto-Porto Empedocle, includendo la Valle dei Templi, che con i suoi 700 mila circa visitatori all’anno non teme concorrenza in Sicilia, e intercettando luoghi nativi e ispiratori capaci di essere attrattori turistico-culturali di grande impatto e finora scarsamente valorizzati. Una vera e propria ‘mappa del tesoro’, in cui sono incastonati il Kaos di Pirandello, la Scala dei Turchi, la Torre di Carlo V, la passeggiata di Camilleri, la marina di Vigata, i templi e la Kolymbetra, il teatro e la fondazione Sciascia, compresa la casa natia, le miniere e i castelli di Recalmuto, villa Noce e le parrocchie di Regalpietra”.

Il progetto, inoltre, potrà essere riproposto in altri luoghi della cultura in Sicilia, sempre legati alla grande stagione letteraria siciliana compresa tra la fine dell’Ottocento e tutto il Novecento: “Ciascun assessorato – ha precisato ancora l’assessore Mariarita Sgarlata – si impegnerà, tramite i dipartimenti regionali interessati, compatibilmente con i compiti, le norme di riferimento in vigore e le disponibilità finanziarie, ad utilizzare e sensibilizzare la propria rete di intervento per la costituzione del percorso, con attenzione ai siti archeologici, alle cantine sociali e all’enogastronomia, e attraverso l’istituzione di corsi per i giovani finalizzati alla valorizzazione delle produzioni locali, dei siti naturalistici, nonché al potenziamento dell’accoglienza e dei servizi ad essa collegati. Un impegno concreto dovrà riguardare il reperimento di fondi mirati agli incentivi su start up per nuovi progetti. Un ruolo fondamentale sarà svolto dagli amministratori e la comunità locale e una strategia comune di marketing territoriale non potrà prescindere dagli operatori del settore, albergatori, tour operator, guide turistiche, ristoratori, associazioni di categoria e così via. L’obiettivo è dunque quello di creare un vero e proprio circuito turistico che induca il viaggiatore a soggiorni più lunghi per scoprire le sfaccettature di un patrimonio culturale, fatto di archeologia, arte e teatro, percorsi naturalistici, enogastronomici, emozionali”.

Del resto, come ha confermato l’assessore siciliano, “è stato detto che vale più una puntata di Montalbano per valorizzare la Sicilia che qualunque altra strategia promozionale e trovo che sia profondamente vero; la storia dei luoghi e di chi li ha raccontati, nella trama di un progetto serio e strutturato come è quello della Strada degli Scrittori, può fare la differenza”.

 

LEGGI ANCHE: Montalbano porta in Sicilia oltre 800mila turisti

Scala dei Turchi, via l’ecomostro spuntano 25 "mostriciattoli"

Turismo da fiction, a Spoleto tour tra i luoghi di “Don Matteo”

La Grande Bellezza dei territori sullo schermo

Leggi altre opinioni ..