fbpx

Turismo internazionale, cresce la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia: +6,5% rispetto al 2017

L’indagine della Banca d’Italia conferma: l’Italia piace, sia per vacanze sia per business. Tour culturali e città d’arte restano i più apprezzati

Slow Food a supporto della produzione agroalimentare lombarda

Accordo siglato dall’associazione fondata da Carlo Petrini e dalla Regione Lombardia per diffondere la conoscenza delle produzioni locali e della biodiversità

Movie Induced Tourism: la Calabria punta sul cinema

La Regione ha approvato una legge dedicata alle produzioni cinematografiche e audiovisive, al fine di sviluppare questo comparto strategico per la valorizzazione del territorio

Piemonte, presentati i dati sul rapporto tra donne e studi e carriere tecnico-scientifici sul territorio

In occasione dell'Italian Tech Week 2019, l'Associazione STEM by Women ha condotto tre indagini coinvolgendo studentesse delle superiori e degli Atenei e professioniste: a prescindere dall’età, le problematiche esistono e richiedono attenzione

I Mondiali di sci alpino di Cortina con Enit per l'obiettivo Olimpiadi 2026

La Regina delle Dolomiti avvia nuove partnership in vista dei Campionati Mondiali di sci alpino del 2021 mentre guarda con trepidazione alla riunione del CIO del 24 giugno

mautomkgt

amavido

Banner PICS

banner

Luglio 10, 2019

Invitalia, 45 milioni per lo sviluppo turistico della Costa Smeralda

in Dal Territorio

by Claudio Pizzigallo

Si aumenterà la competitività del territorio elevando gli standard e ampliando i periodi di apertura.…
Luglio 09, 2019

In Toscana un tavolo permanente sul turismo religioso

in Dal Territorio

by Emanuele Franzoso

Firmato il protocollo d'intesa tra la Regione e la Conferenza episcopale toscana  
Luglio 08, 2019

La Sicilia punta sul turismo di lusso

in Dal Territorio

by Debora Calomino

L'accordo firmato da Ispica Srl e Invitalia prevede un investimento di 49,9 milioni di euro,…
Luglio 04, 2019

Turismo internazionale, cresce la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia: +6,5% rispetto al 2017

in Notizie

by Teresa Principato

L’indagine della Banca d’Italia conferma: l’Italia piace, sia per vacanze sia per business. Tour culturali…
Luglio 06, 2019

Slow Food a supporto della produzione agroalimentare lombarda

in Notizie

by Riccardo Caldara

Accordo siglato dall’associazione fondata da Carlo Petrini e dalla Regione Lombardia per diffondere la conoscenza…
Luglio 05, 2019

Riconversione green per la centrale termoelettrica di Porto Tolle

in Dal Territorio

by Riccardo Caldara

Un nuovo villaggio turistico pronto nel 2021 là dove si produceva energia. Ne guadagna l’ambiente…
Luglio 04, 2019

"Abbellendo" i borghi della pesca, in Sardegna un bando per il turismo nei porticcioli

in Dal Territorio

by Claudio Pizzigallo

Qualità ambientale e turismo sostenibile: il FLAG Pescando emana un bando da 360.000 euro dedicato…
Luglio 03, 2019

“Lasciate perdere le recensioni”: la geniale campagna di Vienna nell’era dell’odio social

in Editoriale

by Claudio Pizzigallo

“Chi decide cosa ti piace?” chiede il Vienna Tourist Board. Una domanda rivolta ai potenziali…
Luglio 02, 2019

La Puglia guarda al futuro con la Space Economy

in Dal Territorio

by Debora Calomino

Ricerca e sperimentazione ma anche turismo spaziale nelle politiche economiche nazionali, in cui la Puglia…
Giugno 27, 2019

Movie Induced Tourism: la Calabria punta sul cinema

in Notizie

by Debora Calomino

La Regione ha approvato una legge dedicata alle produzioni cinematografiche e audiovisive, al fine di…
Giugno 28, 2019

Piemonte, presentati i dati sul rapporto tra donne e studi e carriere tecnico-scientifici sul territorio

in Notizie

by Teresa Principato

In occasione dell'Italian Tech Week 2019, l'Associazione STEM by Women ha condotto tre indagini coinvolgendo…
Giugno 27, 2019

Emilia-Romagna, il turismo dei congressi vale un miliardo l’anno

in Dal Territorio

by Teresa Principato

Nel 2018 accolte 4,8 milioni di persone per 6,5 milioni di giornate di presenza. Bonaccini:…
Giugno 20, 2019

Lombardia, la Regione stanzia un milione di euro per promuovere il turismo nei borghi

in Dal Territorio

by Claudio Pizzigallo

Il nuovo bando di “Viaggio #inLombardia” a favore dei piccoli Comuni della regione. Ecco quali…
Giugno 20, 2019

Il turismo internazionale tra i motori dell'economia mondiale

in Dal Mondo

by Debora Calomino

Secondo uno studio pubblicato da UNWTO, le esportazioni generate dal turismo internazionale hanno raggiunto nel…
Giugno 19, 2019

I Mondiali di sci alpino di Cortina con Enit per l'obiettivo Olimpiadi 2026

in Notizie

by Riccardo Caldara

La Regina delle Dolomiti avvia nuove partnership in vista dei Campionati Mondiali di sci alpino…
Giugno 19, 2019

Successo per la prima edizione di “Oliveti Aperti”

in Notizie

by Riccardo Caldara

Il turismo esperienziale della Liguria si arricchisce di una proposta per scoprire quello che viene…

Al via un progetto per dar forma a un itinerario turistico e culturale tra i luoghi dei grandi scrittori siciliani, da Verga a Pirandello, da Sciascia a Camilleri e molti altri. Alla firma del protocollo d’intesa presente anche il ministro Bray

 

Un itinerario turistico tra i luoghi dei grandi letterati siciliani: è il progetto lanciato in questi giorni dalla Regione Sicilia, con l’avvallo del ministro di Cultura e Turismo Massimo Bray, che lo scorso fine settimana ha partecipato alla firma del protocollo d’intesa  da parte degli assessori regionali competenti.

Bray ha poi voluto visitare alcuni dei luoghi che faranno parte della “Strada degli scrittori”: dopo una passeggiata notturna nella Valle dei Templi di Agrigento, infatti, il ministro del MiBACT – accompagnato dal direttore del Parco archeologico Luigi Parello e dai responsabili del Fai – ha cominciato la giornata di lunedì al parco della Kolimbetra, il “giardino degli dei”; successivamente, con l’assessore regionale ai Beni culturali Mariarita Sgarlata, un trasferimento verso l’entroterra a Racalmuto, il paese natio di Leonardo Sciascia, dove nei locali della Fondazione intitolata allo scrittore si è discusso del progetto sull’itinerario turistico-letterario con gli assessori di Rosario Crocetta, con il presidente dell’Assemblea regionale Giovanni Ardizzone, con esponenti di Confindustria e degli albergatori, con presidenti e direttori dei maggiori teatri siciliani.

La prima parte del percorso, dunque, sarà costituita dai 30 chilometri che vanno dalla costa di Porto Empedocle alla collina di Racalmuto: un itinerario lungo il quale si trovano teatri, fondazioni, circoli, miniere e castelli, oltre alle case natali di grandi scrittori siciliani, da Verga a Pirandello, da Brancati a Sciascia, senza dimenticare grandi nomi come Bufalino, Consolo, Ignazio Buttitta, Dacia Maraini, Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Andrea Camilleri. Una strada che dalla Contrada Noce di Racalmuto, dove Sciascia scrisse gli ultimi libri, porta alla celeberrima Scala dei Turchi, recentemente liberata dall’orrendo ecomostro che ne deturpava il paesaggio.

Il progetto, del resto, ha come obiettivo proprio quello di rilanciare il turismo e la cultura nel cuore letterario della Sicilia. “Viviamo nel Paese più bello del mondo. Dobbiamo solo amarlo un po’ di più” ha commentato Bray dalla Valle dei Templi. Il ministro ha poi assistito alla firma del protocollo operativo del progetto siciliano, un progetto che coinvolge diversi assessorati regionali siciliani: Beni culturali e Identità siciliana, Turismo, Sport e Spettacolo, Istruzione e Formazione Professionale, Attività produttive, Risorse agricole e alimentari, Territorio e Ambiente. E proprio l’assessore ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata, ha spiegato il senso dell’iniziativa: “Le strade degli scrittori definiscono un insieme di risorse naturali, culturali e ambientali dei luoghi di nascita, crescita e ispirazione di importanti scrittori siciliani come Sciascia, Pirandello e Camilleri. La prima area in cui sperimenteremo il progetto si estende per trenta chilometri nell’asse Racalmuto-Porto Empedocle, includendo la Valle dei Templi, che con i suoi 700 mila circa visitatori all’anno non teme concorrenza in Sicilia, e intercettando luoghi nativi e ispiratori capaci di essere attrattori turistico-culturali di grande impatto e finora scarsamente valorizzati. Una vera e propria ‘mappa del tesoro’, in cui sono incastonati il Kaos di Pirandello, la Scala dei Turchi, la Torre di Carlo V, la passeggiata di Camilleri, la marina di Vigata, i templi e la Kolymbetra, il teatro e la fondazione Sciascia, compresa la casa natia, le miniere e i castelli di Recalmuto, villa Noce e le parrocchie di Regalpietra”.

Il progetto, inoltre, potrà essere riproposto in altri luoghi della cultura in Sicilia, sempre legati alla grande stagione letteraria siciliana compresa tra la fine dell’Ottocento e tutto il Novecento: “Ciascun assessorato – ha precisato ancora l’assessore Mariarita Sgarlata – si impegnerà, tramite i dipartimenti regionali interessati, compatibilmente con i compiti, le norme di riferimento in vigore e le disponibilità finanziarie, ad utilizzare e sensibilizzare la propria rete di intervento per la costituzione del percorso, con attenzione ai siti archeologici, alle cantine sociali e all’enogastronomia, e attraverso l’istituzione di corsi per i giovani finalizzati alla valorizzazione delle produzioni locali, dei siti naturalistici, nonché al potenziamento dell’accoglienza e dei servizi ad essa collegati. Un impegno concreto dovrà riguardare il reperimento di fondi mirati agli incentivi su start up per nuovi progetti. Un ruolo fondamentale sarà svolto dagli amministratori e la comunità locale e una strategia comune di marketing territoriale non potrà prescindere dagli operatori del settore, albergatori, tour operator, guide turistiche, ristoratori, associazioni di categoria e così via. L’obiettivo è dunque quello di creare un vero e proprio circuito turistico che induca il viaggiatore a soggiorni più lunghi per scoprire le sfaccettature di un patrimonio culturale, fatto di archeologia, arte e teatro, percorsi naturalistici, enogastronomici, emozionali”.

Del resto, come ha confermato l’assessore siciliano, “è stato detto che vale più una puntata di Montalbano per valorizzare la Sicilia che qualunque altra strategia promozionale e trovo che sia profondamente vero; la storia dei luoghi e di chi li ha raccontati, nella trama di un progetto serio e strutturato come è quello della Strada degli Scrittori, può fare la differenza”.

 

LEGGI ANCHE: Montalbano porta in Sicilia oltre 800mila turisti

Scala dei Turchi, via l’ecomostro spuntano 25 "mostriciattoli"

Turismo da fiction, a Spoleto tour tra i luoghi di “Don Matteo”

La Grande Bellezza dei territori sullo schermo

Leggi altre opinioni ..