fbpx

SIMTUR: competenze e formazione per il turismo sostenibile

L'associazione promuove la mobilità dolce, puntando sulle professionalità necessarie per uno sviluppo turistico armonico e in linea con il rispetto dell'ambiente e dell'identità dei luoghi

Enit, al via la nuova strategia per il turismo: si punta su crescita e sostenibilità

Per il trienno 2019-2021 oltre 600 iniziative previste. Centrale il coordinamento tra i vari livelli territoriali e i soggetti pubblici e privati

Turismo e digitale, in Emilia Romagna Isnart lancia Mappa delle Opportunità e Osservatorio Big Data

Il digitale cambia un settore forte dell’economia, aprendo alle nuove frontiere del turismo. In Emilia-Romagna Isnart presenta Mappa opportunità e Big Data: nuovi strumenti di indagine in via di sperimentazione

L’alleanza tra ACI ed Enit per il turismo sulle strade d’Italia

L’intesa si fonda sulla capillarità di ACI sul territorio come leva strategica per sviluppare l’economia turistica

Un bando per favorire lo sviluppo delle cooperative di comunità

Fino al 31 agosto è possibile partecipare a Coopstartup Rigeneriamo Comunità, in palio: formazione, tutoraggio e supporto

mautomkgt

amavido

Banner PICS

banner

Agosto 06, 2019

Amavido, l’amore degli italiani per i borghi e l’importanza della comunicazione

in Editoriale

by Claudio Pizzigallo

Il successo ottenuto dalla campagna di crowdinvesting della start-up italo tedesca dimostra che per i…
Agosto 02, 2019

Il cammino e la scoperta del territorio attraverso il Nordic Walking

in Opinioni

by Emanuele Franzoso

L'associazione di Alessandria Nordic Walking Passion presenta le sue attività legate al benessere, all'inclusione sociale…
Agosto 02, 2019

SIMTUR: competenze e formazione per il turismo sostenibile

in Notizie

by Debora Calomino

L'associazione promuove la mobilità dolce, puntando sulle professionalità necessarie per uno sviluppo turistico armonico e…
Luglio 31, 2019

Enit, al via la nuova strategia per il turismo: si punta su crescita e sostenibilità

in Notizie

by Claudio Pizzigallo

Per il trienno 2019-2021 oltre 600 iniziative previste. Centrale il coordinamento tra i vari livelli…
Luglio 30, 2019

Turismo e digitale, in Emilia Romagna Isnart lancia Mappa delle Opportunità e Osservatorio Big Data

in Notizie

by Claudio Pizzigallo

Il digitale cambia un settore forte dell’economia, aprendo alle nuove frontiere del turismo. In Emilia-Romagna…
Luglio 24, 2019

L’alleanza tra ACI ed Enit per il turismo sulle strade d’Italia

in Notizie

by Claudio Pizzigallo

L’intesa si fonda sulla capillarità di ACI sul territorio come leva strategica per sviluppare l’economia…
Luglio 23, 2019

Un bando per favorire lo sviluppo delle cooperative di comunità

in Notizie

by Emanuele Franzoso

Fino al 31 agosto è possibile partecipare a Coopstartup Rigeneriamo Comunità, in palio: formazione, tutoraggio…
Luglio 25, 2019

Tipici da spiaggia: in riva al mare a gustare i sapori d'Italia

in Notizie

by Debora Calomino

Oltre 1500 stabilimenti balneari che aderiscono all'iniziativa che unisce agricoltura, specialità locali e turismo marino
Luglio 19, 2019

Rilanciare le aree montane grazie alla Cultura

in Dal Territorio

by Emanuele Franzoso

Confcooperative Cultura Turismo Sport e Uncem hanno siglato un protocollo di intesa per valorizzare le…
Luglio 22, 2019

38 milioni di euro per il turismo in Calabria

in Dal Territorio

by Debora Calomino

Gli elementi chiave del Piano di Sviluppo Turistico, redatto con la collaborazione di Invitalia, sono…
Luglio 18, 2019

Regione Veneto, 10 milioni di euro per le strutture ricettive di montagna

in Dal Territorio

by Riccardo Caldara

La montagna veneta si prepara per i Mondiali di Sci di Cortina 2021 e per…
Luglio 18, 2019

Turismo e prodotti tipici da tutelare

in Notizie

by Riccardo Caldara

Il Consorzio Grana Padano DOP in un convegno a Milano chiede maggiore tutela per le…
Luglio 17, 2019

Napoli, 90 milioni di euro per la riqualificazione del centro storico

in Dal Territorio

by Claudio Pizzigallo

Due i quartieri interessati dai finanziamenti inseriti nel contratto di sviluppo per la città partenopea
Luglio 16, 2019

La cultura che fa bene al Paese

in Notizie

by Emanuele Franzoso

Il rapporto "Io sono cultura – l’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi" fotografa un…
Luglio 16, 2019

Pacchetti vacanze ‘mare-montagna’ predisposti da Liguria e Valle d’Aosta

in Notizie

by Claudio Pizzigallo

Le due regioni mettono in comune le rispettive eccellenze in tutte le declinazioni per incrementare…
Luglio 12, 2019

I treni per promuovere il turismo: nasce il Polo di FS Italiane

in Notizie

by Debora Calomino

Tenendo fede al Piano Industriale 2019-2023, FS italiane lancia l'iniziativa per far crescere il turismo…
Luglio 10, 2019

Invitalia, 45 milioni per lo sviluppo turistico della Costa Smeralda

in Dal Territorio

by Claudio Pizzigallo

Si aumenterà la competitività del territorio elevando gli standard e ampliando i periodi di apertura.…

Mentre non si sono ancora spente le polemiche per l’acquisto dell’isola sarda di Budelli da parte di un imprenditore neozelandese, Santo Stefano, nell’Arcipelago Pontino, finisce su un annuncio di vendita online. L’area è protetta, ma anche in questo caso lo Stato non potrà acquistare un pezzo di patrimonio paesaggistico d’Italia

 

“Vendesi Isola di Santo Stefano, la più piccola isola dell’Arcipelago Pontino, ad un miglio circa dall’Isola di Ventotene. L’isola di S. Stefano esercita un richiamo turistico notevole: gli scorci naturali, lo splendido mare ed i fondali ricchi di pesci e flora marina costituiscono uno scenario unico per chi ama il mare e gli sport subacquei; S. Stefano costituisce infatti un paradiso naturalistico incontaminato”: inizia così, su Immobiliare.it, l’annuncio della messa in vendita di Santo Stefano, l’isola dove – come lo stesso annuncio ricorda – furono incarcerati l’anarchico Gaetano Bresci, noto per aver ucciso il re Umberto I, e il futuro presidente della Repubblica Sandro Pertini, incarcerato per la sua opposizione al regime fascista.

Un’altra isola in vendita, dopo quella sarda di Budelli recentemente acquistata, tra non poche polemiche , da un imprenditore neozelandese. Un altro pezzo di patrimonio d’Italia che finisce su un annuncio di vendita online, come più volte capitato per esempio al borgo abruzzese di Valle Piola. “S. Stefano ha una superficie di ettari 28.76.67, di cui 25.30.79 ettari appartengono ad un unico proprietario ed i restanti 3.45.88 appartengono al Demanio (l’area dell’ex cittadella Carceraria Borbonica)” spiega ancora l’annuncio di vendita. Il proprietario attuale è, come riportano le agenzie di stampa, “un notaio napoletano che vuole restare anonimo”, e l’area in vendita è edificabile, anche se inserita in una zona marina protetta (Area Marina Protetta di Ventotene e Santo Stefano).

In realtà non è neanche la prima volta che Santo Stefano finisce in vendita: a giugno, Casa 24 Plus de “Il Sole 24 Ore” riportò le dichiarazioni dell’agenzia immobiliare che aveva messo in vendita l’isola. All’epoca il prezzo richiesto era di 22 milioni di euro, e l’agenzia informava che sul territorio di Santo Stefano mancava anche la rete idrica. “Nell’isola non esiste una rete idrica, ma ci sono numerose cisterne per la raccolta dell’acqua piovana; la produzione di energia è affidata a pannelli solari” conferma infatti l’annuncio attuale.

Il sindaco di Ventotene, Giuseppe Assenso, la storia la conosce bene. Qualche anno fa, infatti, cercò di comprare su mandato l’isola: “Sette-otto anni fa l'allora governatore del Lazio Piero Marrazzo mi diede il mandato di acquistarla per conto della Regione. Il proprietario è un notaio napoletano, e io andai a Napoli nel suo studio per incontrarlo. Potevo trattare, questa l'indicazione di Marrazzo, fino a due-tre milioni di euro. Ma il proprietario mi fece una richiesta sproporzionata: venti milioni”.

L’annuncio comparso su Immobiliare.it, invece, non fa riferimento al prezzo ("Trattative riservate" si legge), ma di sicuro la cifra sarà sensibilmente superiore ai 2,94 milioni di euro pagati per Budelli. Per quanto riguarda i vincoli ambientali, la quasi totalità dell’area in vendita è di fascia A (riserva integrale), che prevede vincoli ambientali e paesaggistici particolarmente severi che, per la legge italiana, sono indipendenti dal regime demaniale, e quindi dalla proprietà. Proprio questi vincoli hanno permesso di mantenere intatto il fascino di Santo Stefano, come lo stesso annuncio ricorda, e anche il nuovo proprietario dovrà attenervisi. Ciò che fa storcere il naso ad alcuni, piuttosto, è che, come successo per Budelli, anche Santo Stefano difficilmente potrà essere acquistata da soggetti pubblici. Ancora il sindaco di Ventotene spiega: “Noi come Comune non siamo nelle condizioni. Potrei chiedere alla Regione, ma non credo che a quelle cifre ci staranno”. E così, appunto, l’unica soluzione è che l’isola passi da un privato a un altro privato. Con buona pace del patrimonio pubblico.

 

LEGGI ANCHE: Il commento del direttore Bruno Caprioli: "Governo, dove sei?"

L'isola di Budelli a un neozelandese, e lo Stato non può farci nulla

Il borgo abruzzese che cerca (di nuovo) un acquirente su eBay

Leggi altre opinioni ..