fbpx

Regione Molise invita gli operatori a proporre offerte integrate in linea con i temi di Expo per attirare visitatori sul territorio. Archeologia, pastorizia, folklore, natura, sport, benessere ed enogastronomia i temi guida


Anche il Molise vuole sfruttare l'effetto Expo per attirare turisti, e anche il Molise punta a pacchetti integrati sul territorio. La Regione Molise ha infatti attivato iniziative finalizzate alla conoscenza del proprio territorio sotto il profilo del patrimonio paesaggistico, storico e culturale e delle risorse turistiche, agroalimentari e tecnologiche. In tale ambito e con queste finalità promuove diverse azioni che intendono diffondere le peculiarità del Molise, incentivando l'attività di incoming.
L'invito molisano ha come scopo stimolare la creazione e l'offerta di pacchetti turistici integrati da parte di operatori del settore che, attraverso meccanismi di promozione territoriale attivati nell'ambito delle diverse iniziative collegate a Expo 2015, possano attirare l'attenzione di espositori e visitatori. L'offerta, per poter essere promuovibile, dovrà essere incentrata sulla valorizzazione di tutte le possibili connessioni tra turismo e identità locale, ovvero sull'integrazione del patrimonio culturale con le risorse e potenzialità offerte dal territorio (natura e ambiente, storia e cultura, sport, enogastronomia, folklore ed eventi).
Nel comunicato ufficiale si esemplificano alcuni temi guida da utilizzare per la costruzione di pacchetti, tenendo conto del segmento di mercato cui ci si vuole riferire:
- Il "Cammino dei tratturi": le antiche strade di collegamento della transumanza, sulle cui vestigia è possibile organizzare itinerari a cavallo, mountain bike e a piedi che coniughino l'esperienza pastorale con la conoscenza della cultura alimentare ed enologica molisana.
- "Guerrieri e pastori": l'archeologia e in particolare la storia dei Sanniti con approfondimenti sul cibo e sull'eredità nella cucina tradizionale molisana.
- "Percorsi enogastronomici": percorsi di scoperta, anche in chiave storica e culturale, delle tradizioni alimentari, rese fruibili grazie all'introduzione di innovazioni, soprattutto di marketing e di processo.
- "Sport e turismo naturalistico": cicloturismo, arrampicata, canoa, trekking, sport estremi ed escursioni nei parchi.
- "Tradizioni e folklore popolare": la narrazione della cultura popolare attraverso la conoscenza e la valorizzazione delle radici etniche.
- "Erbe per il benessere": la cura del proprio equilibrio psico-fisico attraverso la conoscenza e l'utilizzo delle proprietà delle erbe e dei prodotti naturali.
I temi guida proposti rappresentano un'indicazione di massima che possono essere integrati da ulteriori idee e proposte (paleontologia, archeologia, salute e benessere, turismo religioso, iniziative collegate a particolari attrattori), purché connesse con le specificità del territorio. La Regione Molise informa inoltre, relativamente alla durata media dei pacchetti proposti, sull'opportunità di impostare proposte in linea con le visite "tipo" di Expo, che in genere prevedono permanenze non lunghissime; ciò non esclude che, per finalità squisitamente turistiche, la tempistica potrebbe essere più ampia.
L'invito, che scade il 30 aprile, è rivolto alle imprese turistiche, agenzie di viaggio, tour operator, consorzi di promozione turistica localizzati e operanti nel territorio della regione Molise.
A questo link il modulo per le proposte degli operatori

 

LEGGI ANCHE: Molise, per Expo le eccellenze regionali si mettono in rete

Riforme, governance e cinema, il Molise cerca i riflettori

Roma verso Expo, la Capitale presenta sei mesi di eventi e appuntamenti culturali in città

Turismo, alberghi diffusi e caffè: le carte del Friuli Venezia Giulia a un mese dall'Expo