fbpx

Accordo tra Turismo FVG ed Explora per la visibilità su wonderfulexpo2015.info, sinergia tra Regione, Trieste e Illy per promuovere il caffè, numeri degli alberghi diffusi in crescita: nella Regione del Nordest italiano cooperazione e legame col territorio sono gli strumenti su cui puntare per Expo 2015


Un accordo per la visibilità del territorio tra le "meraviglie" di Expo, un altro per valorizzare il caffè durante l'Esposizione Universale, e i numeri in crescita degli alberghi diffusi regionali. Il Friuli Venezia Giulia è pronto per l'apertura di "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" e lo dimostra in tre direzioni.
L'esposizione universale che apre il 1° maggio a Milano sarà anche l'occasione per far conoscere al mercato turistico globale il Friuli Venezia Giulia. Il portale WonderfulExpo2015.info, infatti, fungerà da vetrina mondiale sui prodotti turistici e sulle bellezze locali. L'agenzia Turismo FVG ed Explora, il tourism board ufficiale di Expo 2015, hanno presentato all'auditorium della Regione le opportunità che vengono offerte agli operatori locali grazie alla sottoscrizione dell'accordo che permette al Fvg di diventare a pieno titolo una destinazione Expo 2015. Gli operatori turistici potranno aderire alla piattaforma commerciale e usufruire delle azioni promozionali che Explora sta mettendo in campo. Il portale serve per facilitare il business, per programmare la vacanza in ragione e fare in modo che il cliente possa scegliere, organizzare e costruire in autonomia il suo pacchetto turistico. Con questa piattaforma, e grazie alla sottoscrizione dell'accordo, la regione potrà essere meglio conosciuta ai mercati internazionali.

 

Un altro patto che riguarda Expo 2015 è la sinergia tra Regione, Illy Caffè, Comune e Camera di Commercio di Trieste. "Trieste non è solo la porta d'accesso del caffè in Italia, ma anche luogo di innovazione e ricerca. EXPO 2015 diventa una reale opportunità per Trieste e per tutta la regione" ha spiegato Debora Serracchiani, presidente della Regione, a Milano per sottoscrivere con il commissario unico di EXPO 2015 Giuseppe Sala, con il presidente e amministratore delegato di Illycaffè S.p.a. Andrea Illy, con il sindaco di Trieste Roberto Cosolini e con il presidente della Camera di Commercio di Trieste Antonio Paoletti, un Protocollo inteso a lanciare un'iniziativa sinergica per promuovere il caffè dentro e fuori Expo.
Intervenendo alla presenza del ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina, spiegano dalla Regione, Serracchiani ha sottolineato che "Trieste capitale del caffè" significa "una realtà composta da una filiera che parte dalla ricerca e arriva alla produzione, di una cultura che ha una tradizione centenaria, nonché l'espressione di un appuntamento fieristico mondiale che unisce tutti i professionisti del settore".
Del resto la stessa Serracchiani aveva sottolineato, pochi giorni fa a nome della Conferenza dei presidenti delle Regioni Italiane nel corso nella prima sessione dei lavori ospitati a Palazzo Vecchio di Firenze, l'importanza della cooperazione. "Mettersi assieme. Non possiamo non creare una rete sapiente delle nostre eccellenze, dei nostri prodotti di qualità, dei risultati conseguiti nelle missioni economiche sviluppate sui mercati dal nostro sistema imprenditoriale" aveva detto la governatrice, sottolineando che il Friuli Venezia Giulia, "terra che fa innovazione e ricerca anche nell'agroalimentare", deve "fare sistema" in vista del prossimo, ormai imminente, appuntamento dell'EXPO di Milano, come successo a Firenze all'anteprima "Italia 2015. Il Paese nell'anno dell'EXPO".

E il legame tra territorio e crescita economica sostenibile è testimoniato anche da un altro dato emerso in questi giorni e relativo agli alberghi diffusi del territorio FVG: il 2014, infatti, si è chiuso per gli alberghi diffusi del Friuli Venezia Giulia con 43.726 presenze, in crescita del 7,44% rispetto all'anno precedente. La clientela è soprattutto straniera, circa la metà dei turisti, con una crescita in Fvg del 21,57%. Le 19 strutture attive in regione (1.799 posti letto), inoltre, sono quasi tutte gestite in forma cooperativa, e costituiscono oltre il 23% della quota italiana.

 

LEGGI ANCHE: Promuovere il turismo con acrobazie spettacolari, l'esempio FVG dalle Alpi al mare

Expo, nasce il portale per tutto l'agroalimentare italiano

Comune di Torino e Regione Piemonte comunicano insieme l'Expo

Milano, il Patto per Expo piace: l'accoglienza è vocazione della città