fbpx

"Don't try this at home" è l'invito tipico che le trasmissioni televisive rivolgono agli spettatori di azioni tanto spettacolari quanto rischiose per i profani. Per il Friuli Venezia Giulia si potrebbe invece declinare con "Enjoy the bike show and come in to live the Alpe Adria Trail Experience". L'idea è quella di dare un punto di vista differente del percorso, suscitare curiosità e invogliare a vivere un'esperienza unica seguendo il sentiero transfrontaliero che va dalla montagna al mare. Il video realizzato da TurismoFVG la scorsa estate è stato rilanciato in questi giorni da Dove Viaggi del Corriere della Sera.


Protagonista un ospite d'eccezione, in grado di proporre evoluzioni vertiginose sulle due ruote: Danny Mac Askill, il numero uno a livello mondiale di bike trail, disciplina sportiva ad alto contenuto di free style. Mac Askill è il testimonial dell'Alpe Adria Trail, percorso trekking transfrontaliero che unisce la Carinzia con la Slovenia e il Friuli Venezia Giulia. Il progetto è stato promosso da TurismoFVG, in collaborazione con il consorzio del Tarvisiano e i partner degli Enti del turismo della Carinzia e della Slovenia.
L'Alpe Adria Trail si snoda in 730 chilometri per un totale di 43 tappe, di diverse difficoltà, ma praticabili per la maggior parte da tutti, famiglie con bambini comprese, a patto di non imitare le acrobazie mozzafiato di Mac Askill. Il percorso parte dal Großglockner, la vetta più alta dell'Austria, fino al Mare Adriatico e Muggia, ultima stazione, passando attraverso il territorio frontaliero del Friuli Venezia Giulia e valicando anche il confine della Slovenia.
Un progetto, dunque, in grado di coniugare mare e montagna, ma anche natura e digitale, sport e cultura, cooperazione e turismo al di là dei confini. Uno spettacolo per gli appassionati di bicicletta e di turismo ecosostenibile, capace di attirare l'attenzione di diverse fasce d'età per i suoi contenuti emozionali e virali: MacAskill può vantare un seguito di quasi 600 mila fan su Facebook, e i suoi video contano oltre 100 milioni di visualizzazioni. A dimostrazione di come l'impegno, il lavoro e l'attenzione alle tendenze mondiali siano fattori indispensabili per la crescita turistica delle destinazioni.

 

{youtube}Rsca1rSjXxo{/youtube}

 

Ilaria Bardessono - Mailander

 

LEGGI ANCHE: FVG e Piemonte si alleano per turismo ed enogastronomia

Zoncolan e Fuji, gemellaggio FVG-Giappone in nome del turismo e del ciclismo

Turismo FVG, 15-20 milioni per il nuovo Piano e la prima Lonely Planet