fbpx

Si chiama "Roma verso Expo" il progetto nato per essere la vetrina che la Capitale, in collaborazione con le Ambasciate e gli istituti di Cultura stranieri offre agli oltre 140 Stati che hanno aderito alla prossima Esposizione Universale


Ad assicurare la visibilità desiderata, sei mesi di mostre, conferenze e incontri in luoghi-simbolo della città per presentare i progetti, le eccellenze produttive, culturali e turistiche che costituiscono l'immagine di ogni Paese.
Per realizzare gli eventi, spiegano dal Comune di Roma, il 18 giugno 2014 il sindaco Ignazio Marino ha sottoscritto con l'ad di Expo 2015, Giuseppe Sala, un protocollo che vede la collaborazione del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; della Regione Lazio, di Aeroporti di Roma e di Unioncamere Lazio.
Oltre alle mostre e agli spazi dedicati ai Paesi partecipanti a Expo, nel periodo di Expo 2015 Roma ha predisposto un lungo programma di iniziative e attività culturali (a questo link il calendario dei primi 28 appuntamenti).
Sul versante comunicazione e promozione di Expo 2015, sono stati allestiti punti informativi e promozionali presso il Terminal 3 dell'Aeroporto di Fiumicino "Leonardo da Vinci", il Museo dell'Ara Pacis, il Complesso del Vittoriano. I P.I.T. (Punti di Informazione Turistica) e i due spazi realizzati ad hoc negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino sono stati personalizzati con il marchio Expo 2015. È iniziata anche la promozione nel circuito delle affissioni con i manifesti informati per l'Esposizione Universale anche sugli autobus. Presso i PIT di Roma Capitale sono già in vendita i biglietti per EXPO2015 e il materiale informativo è in distribuzione presso il Sistema Museale di Roma Capitale, nelle biblioteche, nelle ludoteche e nei Centri Culturali, oltre che sui siti web del circuito Roma Capitale.

 

LEGGI ANCHE: Roma, 4 associazioni e mille imprese alleate per Expo

Lazio, 7 milioni di euro per la promozione a Expo