fbpx

Per la prima volta la metropoli americana stringe un accordo di promozione turistica con una città italiana. Moda, innovazione e business al centro dell’intesa di marketing territoriale tra due destinazioni che stanno registrando notevoli incrementi nei flussi reciproci


Per nutrire il pianeta Milano inizia con una grande mela. Ricollegandosi al motto di Expo, potrebbe riassumersi così la notizia dell’accordo tra la città di Sant’Ambrogio e New York City per un reciproco vantaggio nel turismo.
A siglare l’intesa sono stati l’Assessorato per il Commercio, le Attività produttive, il Turismo e il Marketing territoriale del Comune di Milano, e dall’altra parte NYC & Company, ente del turismo della metropoli USA. Si tratta, sottolineano da entrambe le sponde dell’Oceano, del primo accordo tra New York e una città italiana finalizzato alla reciproca promozione turistica. Mentre, nel comparto food, pochi mesi fa era stata sancita la partnership tra NY e Bologna per un premio alla sostenibilità agroalimentare.
L’assessore meneghino Franco D'Alfonso e il presidente e CEO di NYC & Company Fred Dixon hanno siglato il memorandum d’intesa ieri a Palazzo Marino. L’accordo, della durata di due anni, prevede azioni di marketing, supporto promozionale congiunto e condivisione dei casi di successo nel turismo. O, come scrivono da NYC & Company, “reciprocal multimedia marketing exchange between the two destinations, joint promotional support and the sharing of best practices in tourism”.
“Un’iniziativa dal profondo significato strategico che va nella direzione di rafforzare il dialogo costruttivo tra due importanti realtà del mondo del design, della creatività e dell’innovazione: Milano e New York City” è il commento dell’assessore D’Alfonso, secondo il quale questa collaborazione “contribuirà a rafforzare la presenza di turisti americani a Milano”. Una presenza, ricorda D’Alfonso, cresciuta del 16.48% anche grazie all’effetto Expo, “passando dai 195.453 nel periodo gennaio – settembre 2014 ai 227.663 nello stesso periodo del 2015”.
“New York City è felice di unire il proprio nome a quello di Milano per promuovere il turismo tra le due città. Si tratta della prima partnership con una città italiana e siamo orgogliosi di collaborare per incrementare i flussi turistici tra le due destinazioni. Le nostre due città sono capitali di business, creatività e innovazione, oltre a punti di riferimento per la moda, lo stile e il design: New York City e Milano sono partner perfetti per iniziare questa collaborazione” ha dichiarato Fred Dixon, presidente e amministratore delegato (o per dirla in inglese CEO) di NYC & Company.

L’accordo di marketing prevede uno scambio di spazi pubblicitari outdoor a New York City e Milano. A Milano, circa 700 manifesti della campagna pubblicitaria globale “Unlock NYC” saranno posizionati in punti strategici del centro a partire dal 13 novembre. A New York City, a partire da metà febbraio per quattro settimane, la città di Milano sarà promossa nel circuito delle pensiline dei bus per una stima di 40,9 milioni di visualizzazioni. L’accordo prevede anche lo scambio di casi di successo nel turismo tra le due città, con l’obiettivo di incrementare il numero di visitatori il prossimo anno.
Inoltre, NYC & Company ha stretto una collaborazione con il tour operator italiano Best Tours per la realizzazione di pacchetti di viaggio speciali per l’inverno, che invitano a scoprire i cinque distretti della città e la quintessenza delle esperienze che si possono fare solo a New York City, nel periodo più vantaggioso dell’anno.
Nel 2014, New York City ha accolto 509.000 visitatori dall’Italia, il +9,5% rispetto al precedente anno, 42% dei quali provenienti dagli aeroporti di Milano. I turisti italiani hanno speso in media 1.393 dollari per viaggio, 709 milioni di dollari in totale.

LEGGI ANCHE: Bologna con New York per il premio alla sostenibilità alimentare

“Territori Creativi”, la Lombardia stanzia 1,28 milioni per moda e design

Expo, i turisti promuovono Milano con l’8 in pagella

New York, 39 miliardi dal turismo nel 2013

"Sedotta da Napoli", il New York Times e la dichiarazione d'amore per la città partenopea