Musicultura Macerata

Il MiBACT e la Regione finanziano i progetti di attività culturali sul territorio colpito dal sisma dell'anno scorso

A un anno dal sisma che ha colpito il centro Italia, il Mibact interviene con una serie di fondi per donare nuovo slancio ai territori. Il provvedimento prevede 2 milioni di euro da destinare alle attività culturali.

Il progetto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ha lo scopo principale di valorizzare il tessuto economico e sociale delle zone colpite dal terremoto, in modo particolare stimolando la realizzazione di grandi eventi. Alla Regione Marche sono stati destinati 1 milione e 592 mila euro dei complessivi 4 stanziati per tutti i territori colpiti dal sisma.

Il finanziamento dei progetti sarà attuato secondo tre modalità: progetti proposti dal territorio individuati tramite bando pubblico; progetti proposti da organismi finanziati facenti parte del Fondo Unico per lo Spettacolo che operano nei Comuni del cratere sismico e progetti regionali attuati direttamente dall’ente che prevedono la compartecipazione di soggetti pubblici e privati. I fondi destinati alle attività culturali vengono ripartiti in questo modo: dei 700 mila euro previsti, 200 mila euro per un progetto di eccellenza a livello nazionale, il quale viene cofinanziato per il 50% e deve essere presentato da uno o più comuni, sostenuti dal FUS; fino a 170 mila euro destinati al territorio del cratere sismico in provincia di Macerata; fino a 150 mila euro per il territorio in provincia di Ascoli Piceno ed ulteriori 150 mila euro per la zona della provincia di Fermo e fino a 30 mila euro nella provincia di Ancona.

Per la concessione dei finanziamenti verranno tenuti in considerazione una serie di parametri: le attività devono essere svolte nei territori che ricadono nel cratere sismico, dovranno essere spettacoli dal vivo ai quali prenderanno parte professionisti che operano all’interno delle Marche e gli eventi dovranno prevedere un forte impatto sulla coesione sociale del territorio. Tra le attività a cui sono già stati destinati i fondi c’è l’Edizione XXVII di Musicultura Festival, trasmesso anche dalla Rai che ha permesso di raggiungere un vasto pubblico; il Festival Risorgimarche considerato un evento aggregante; il progetto di Legambiente Marche “La valigia del cacciatore di sogni” destinato ai ragazzi delle scuole superiori; il progetto dell’Arci Marche “Sibillini Live” festival itinerante che si svolgerà da settembre a dicembre 2017 ed Anbima Marche, progetto che andrà a valorizzare la cultura musicale popolare grazie alle associazioni bandistiche presenti sul territorio.

L’interesse del Mibact rivolto alle zone colpite dal terremoto nel centro Italia dimostra che anche grazie alla realizzazione di eventi legati alla cultura, un territorio possa rinascere, infondendo nella popolazione residente nuova linfa e consapevolezza del valore che questi territori posseggono ancora, nonostante il sisma.