fbpx

Da Amatrice, Accumoli e Cittareale parte il progetto che unisce imprese e istituzioni per un piano integrato con l'obiettivo di rilanciare il turismo dopo il terremoto

I territori del centro Italia colpiti dal terremoto di fine agosto e di fine ottobre stanno cercando pian piano di risollevarsi puntando sulle loro peculiarità. In particolare Amatrice ha lanciato qualche settimana fa, in occasione della Borsa del Turismo Online svoltasi a Firenze, l’iniziativa “Amatrice Incoming” che ha lo scopo di rilanciare turisticamente i territori colpiti dal sisma.

Questo progetto coinvolge operatori pubblici e privati ed ha inoltre il supporto di Vivilitalia srl, con il patrocinio di Legambiente, Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, Federparchi, AITR, Agenzia Regionale Parchi del Lazio, Comuni di Amatrice, Accumoli, Cittareale, del Commissario Straordinario, della Regione Lazio, del Club Alpino Italiano, dell’AIGE, del MiBACT, dell’ENIT e delle Associazioni locali.

L’Associazione “Salaria è” renderà operativo il progetto grazie alle 25 imprese che vi aderiscono. La rinascita di questi territori deve passare anche attraverso il turismo, donare a queste imprese nuova linfa e motivazione è di fondamentale importanza. Le iniziative legate a questo progetto sono finalizzate all’integrazione delle risorse, alla loro fruibilità e ad una mirata attività di comunicazione sul web con lo sviluppo di proposte turistiche integrate.

Il messaggio che deve arrivare è che questi territori nonostante tutto sono ricchi di risorse ambientali, culturali ed enogastronomiche da scoprire, da conoscere e da vivere. Le imprese turistiche sono pronte all’accoglienza e non hanno mai smesso di offrire servizi ed esperienze. Il territorio deve ripartire ed è necessario che il turismo vada avanti nel migliore dei modi soprattutto per dare alle popolazioni ed alle imprese colpite dal sisma dei segnali di ripresa e di speranza che tutto possa tornare al più presto alla normalità. Il valore che ha il turismo proprio come fatto sociale, economico e culturale può dare slancio e positività a questi territori che in questo momento ne hanno davvero bisogno.