Un prodotto dedicato al benessere che rafforza e diversifica l’offerta turistica della regione

Ora turisti e camminatori che si affacciano in Toscana avranno a disposizione un nuovo prodotto che raggruppa Comuni e stazioni termali in una sorta di Via Francigena tutta dedicata al benessere. L’iniziativa vede come capofila il Comune di Gambassi Terme ed è realizzata da Regione Toscana, Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) con la collaborazione di FEDERTERME ed ANCOT, l'associazione nazionale dei comuni termali.

Sono sei le società termali che aderiscono al progetto nei Comuni di Gambassi, Chianciano, Fivizzano, Montecatini, Montepulciano e Sorano. Le strutture si impegnano con un'offerta adeguata al pellegrino legata al trasporto, all'accoglienza e alla cura del corpo con momenti di benessere termale e tariffe agevolate per i turisti della Via Francigena provvisti di credenziale ufficiale di AEVF.

Con questo progetto la Regione Toscana conta di dare nuovo slancio a tutto il settore termale e di indicare una via da estendere anche ad altre regioni. Intanto è stato adottato un disciplinare da condividere tra tutte le stazioni, inoltre è stato creato un sito web dedicato all'interno del portale europeo delle Vie Francigene ed infine è stata realizzata una brochure trilingue che racchiude i pacchetti termali per gli escursionisti che utilizzano la credenziale ufficiale della via Francigena. Il nuovo prodotto si ispira ad un analogo itinerario sul cammino di Santiago, che già oggi propone un binomio fra cammino e acqua termale. Un esempio su tutti è la città romana di Ourense in Spagna che si colloca sulla via della Plata, capitale termale della Galizia.