fbpx

Anche la Regione Campania investe sulle potenzialità di film e documentari per far crescere il cosiddetto cineturismo

La Regione Campania finanzia con 4 milioni di euro il settore cinematografico e televisivo: l’obiettivo dichiarato è quello di “favorire la promozione del territorio, lo sviluppo dell’economia turistica, la valorizzazione delle risorse culturali, paesaggistiche e ambientali; l’occupazione, la crescita delle risorse professionali, tecniche e artistiche regionali con una prospettiva rivolta ai mercati nazionali e internazionali.

Sulla scia di quanto già avviato in diversi territori italiani (da Bolzano alla Sicilia, dall’Emilia Romagna a Calabria e Basilicata, dal Lazio alla Sardegna), anche la Campania investe sulle produzioni audiovisive per un beneficio economico più ampio, che mette al centro il ritorno d’immagine e quindi la crescita dei flussi turistici verso il territorio regionale.

Con l’approvazione della delibera sul cinema e le produzioni audiovisive che attribuisce risorse per 4 milioni di euro per il prossimo triennio, spiegano da Napoli, è stato sancito il primo passo di un percorso di sviluppo e valorizzazione del comparto cinematografico inserito nel piano strategico “Cultura 202”.

Nel dettaglio, la Giunta Regionale ha individuato tre categorie per le quali saranno distribuiti i contributi previsti per le imprese del settore: Film, Doc e Short/Web. I fondi sono destinati alle imprese la cui attività primaria o secondaria è la produzione cinematografica, video, programmi televisivi e film; e alle associazioni culturali che per statuto hanno tra gli scopi principali la realizzazione di prodotti audiovisivi e che hanno realizzato e diffuso una produzione audiovisiva nei due anni precedenti. Per la categoria Film (inteso come lungometraggio anche in animazione destinato prioritariamente alla distribuzione theatrical; o opera audiovisiva assimilata: film televisivo, serie televisiva, fiction seriale realizzata per la televisione anche in animazione) è stato attribuito un budget di 3 milioni di euro. Per la categoria Doc (inteso come documentario creativo: prodotto audiovisivo destinato alla distribuzione theatrical e/o televisiva; docu-fiction) è stato attribuito un budget di 700.000 euro. Per la categoria Short/Web (inteso come cortometraggio di finzione; e altra opera audiovisiva anche seriale realizzata per la diffusione web ad eccezione degli spot pubblicitari) è stato attribuito un budget di 300.000 euro.

La Giunta Regionale ha stabilito che l’ammontare del contributo per ogni singolo progetto non potrà in ogni caso superare gli importi massimi di 200.000 euro per i Film; 80.000 euro per la categoria Doc e 30.000 per la categoria Short/Web. Ai 4 milioni di euro destinati dalle produzioni, infine, si aggiungono altri 2 milioni di euro che la Regione ha previsto per la realizzazione di progetti integrati con la Film Commission della Campania.