fbpx

Indagine della Camera di Commercio di Milano sull’occupazione alberghiera: l’Italia è il Paese europeo dove è cresciuta di più. A Milano +18%, bene anche da Torino a Napoli (+8%)


A meno di due mesi dalla chiusura dei cancelli di Rho, e in chiusura di questo 2015, un bilancio su quello che ha portato Expo a Milano e all’Italia è doveroso, per quanto ancora non definitivo. Lo ha fatto la Camera di Commercio milanese, con lo studio “Milano nel semestre di Expo, performance del mercato alberghiero”, che ancora una volta conferma l’impatto positivo generato sul territorio locale e nazionale dal semestre espositivo.
In base all’indagine sulla crescita del turismo nel 2015, l’Italia è prima nella classifica dei Paesi europei per aumento di occupazione delle camere d’albergo rispetto al 2014 (+6%). Seguono con il +4% Spagna, Olanda e Belgio. La Germania si ferma a +2%, il Regno Unito a +1%. Stabili Grecia, Austria e Francia.
A Milano – territorio da 18.000 imprese turistiche con 117.000 addetti e un fatturato di 7 miliardi – la crescita è stata del 18% sull’anno scorso, un incremento che ha “contagiato” altre città d’Italia che il turista ha visitato con l’occasione di Expo; complessivamente l’occupazione alberghiera in Lombardia – 55.000 imprese turistiche, 241.000 addetti, 10 miliardi di fatturato – è aumentata del 16%, con picchi a Monza (+26%) e a Varese (+25%). Tra le altre città che hanno beneficiato dell’effetto Expo nell’occupazione alberghiera anche Torino, Bologna e Napoli (+8%), Bergamo (+6%).
Le stanze d’hotel a Milano nel periodo di Expo hanno registrato tassi d’occupazione del 70/80% a maggio, giugno, luglio, agosto, del 90% a settembre e ottobre: picco di crescita ad agosto (dal 45% al 65% in un anno), un mese solitamente poco trafficato dai turisti a Milano. Il turismo del week end, spiegano dalla Camera di commercio meneghina, è cresciuto in un anno di oltre 10 punti, dal 60% di occupazione camere a oltre il 70%.
“I dati del settore alberghiero nel 2015 confermano il successo di Expo. È un risultato importante che ha avuto ricadute positive anche a livello nazionale. Milano, infatti, è riuscita a migliorare l'attrattività del nostro Paese con un effetto indotto su molte altre città. Un effetto che ha permesso all'Italia di superare gli altri Paesi europei per crescita dell'accoglienza alberghiera. Questo risultato è stato ottenuto grazie all'alleanza tra settore pubblico e privato che deve essere rilanciata anche per le sfide future che attendono Milano” è il commento di Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano.

 

LEGGI ANCHE: Giuseppe Sala e il successo di Expo, dal passaparola al Paese che se ne è impadronito

Expo, i turisti promuovono Milano con l’8 in pagella

Fassino: “L’Italia ringrazi Milano per Expo”