fbpx

Nel terzo trimestre dell'anno scorso calo di arrivi e presenze negli esercizi ricettivi italiani. L'Istat conferma quello che molti operatori e non solo avevano già percepito, tra maltempo, meteoterrorismo e crisi


Sono state pubblicate le cifre dell'Istat sul movimento dei clienti negli esercizi ricettivi. In sostanza l'Istituto nazionale di statistica conferma quello che gli operatori avevano già percepito, e con loro anche moltissimi italiani: è stata un'estate grigia per il turismo italiano.
Tra maltempo, meteo-terrorismo, crisi economica e tensioni internazionali (che hanno toccato anche un Paese come la Russia) sono diminuiti arrivi e presenze negli esercizi ricettivi italiani tra luglio e settembre 2014.
Sulla base dei dati disponibili e diffusi dall'Istat, nel terzo trimestre 2014 gli arrivi negli esercizi ricettivi sono stati quasi 40 milioni e le presenze poco più di 182 milioni, con diminuzioni, rispetto al terzo trimestre dell'anno 2013, rispettivamente del 2,3%, e del 3,3%. Tra luglio e settembre scorsi si registrano oltre 96 milioni di presenze di clienti residenti, che rappresentano il 52,8% delle presenze totali, mentre le presenze dei non residenti sono 86 milioni.
Nel trimestre considerato le presenze negli esercizi alberghieri sono 109 milioni, pari al 60,0% delle presenze totali, mentre le presenze negli esercizi extralberghieri sono circa 73 milioni. Le presenze registrate nel terzo trimestre 2014 sono diminuite, rispetto allo stesso trimestre dell'anno 2013, per entrambe le componenti della clientela: quelle dei residenti sono diminuite del 4,6% e quelle dei non residenti dell'1,7%.
Le presenze per tipologia di esercizio, spiega ancora l'Istat, mostrano cali sia per le strutture alberghiere (-2,8%) sia per quelle extralberghiere (-4,0%). La permanenza media passa da 4,62 giornate nel terzo trimestre del 2013 a 4,57 nel medesimo periodo del 2014, con valori in calo per entrambe le componenti della clientela. Ora bisognerà attendere aprile per capire meglio se è stata solo una estate difficile o se il calo è più profondo.
Per il report completo: http://www.istat.it/it/archivio/147353

 

LEGGI ANCHE: Turisti a casa tra meteo terrorismo e crisi economica

Meteoterrorismo: le previsioni non sono l'oroscopo

Turismo italiano, l'ottimismo e il pessimismo sull'estate 2014