fbpx

850 milioni per le infrastrutture, 3,5 milioni per la sicurezza, 32 per la formazione, 41 per la nda larga, 50 per il presidio sanitario, 86 per la promozione, 220 per la prevenzione idrogeologica, 230 per le strutture espositive, e poi 12,5 per i progetti dei territori


Infrastrutture, sicurezza, banda larga, cultura, e poi ancora progetti e iniziative per i territori. Sono le principali direttrici che la Lombardia ha seguito per sostenere e dare sviluppo all'attrattività del territorio regionale in vista di Expo, con un investimento che negli anni è stato complessivamente di un miliardo e mezzo di euro.

"La Regione Lombardia, in questi anni, complessivamente ha stanziato oltre 1,5 miliardi per investimenti sul territorio in vista di Expo, si è trattato di un investimento rilevantissimo, che si articola in una serie di voci" ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, presentando l'iniziativa la "Lombardia per Expo", come riporta una nota ufficiale.
Maroni ha citato innanzitutto "gli 850 milioni per nuovi investimenti programmati per il 2015 per le infrastrutture e il potenziamento dei trasporti e, a riguardo, ricordo che la settimana prossima metteremo in esercizio il ponte che collegherà Molino Dorino al sito Expo, una delle opere connesse realizzate da Regione Lombardia".
Il presidente della Lombardia ha poi ricordato "i 3,5 milioni per la sicurezza durante Expo, con la realizzazione del 'cruscotto', fatto con la Prefettura per avere il collegamento, lo scambio di informazioni e la regia unificata tra le Forze dell'ordine e la Protezione civile regionale; i 32 milioni per il lavoro e la formazione, per riqualificare, tra l'altro, i giovani che lavoreranno durante Expo per proseguire l'attività lavorativa anche dopo l'evento".
41 milioni sono stati investiti per la Banda ultra larga, che coprirà tutta la regione entro la fine del 2016, mentre 50 milioni sono andati al presidio sanitario, "per il piano straordinario per le strutture sanitarie durante Expo, un piano che presenteremo la settimana prossima all'ospedale Sacco di Milano" ha spiegato Maroni.
86 i milioni hanno finanziato la promozione culturale e turistica dei territori e 220 milioni sono stati destinati alla prevenzione del rischio idrogeologico.
L'impegno di Regione Lombardia direttamente sulla struttura di Expo e per la società Arexpo ha visto un contributo di 230 milioni, 159 a Expo spa, 40 milioni per le opere essenziali del Tavolo Lombardia e 32,6 milioni di contributo per la società Arexpo.
Insieme al sistema delle Camere di Commercio, spiega un altro comunicato della Regione, la Lombardia ha investito 12 milioni e mezzo per finanziare una serie di progetti e iniziative proposte dai territori, di tutte le Province, per valorizzare i territori da un punto di vista culturale e turistico in vista di Expo e per attrarre i visitatori. Come ha spiegato ancora il governatore Maroni, "abbiamo messo in competizione i territori facendoci mandare le loro proposte che noi abbiamo valutato e poi provveduto a finanziarie, e l'idea ha funzionato, perché di proposte ne sono arrivate tantissime. Abbiamo impegnato risorse rilevanti ma questo impegno sarà molto utile per tutte le Province della Lombardia".

LEGGI ANCHE: Lombardia, 36 milioni per 33 progetti nei Distretti di Commercio e Turismo

Expo, bando da 1,55 milioni per i giovani dalla Lombardia

Lombardia, dopo il calo in autunno fiducia per il turismo durante l'Expo

Expofacile.it, Milano diventa più accessibile

"Piacere, Milano" i milanesi chiamati a fare da ambasciatori e ciceroni

Il 90% degli studenti universitari di Milano è Expottimista

Milano, il Patto per Expo piace: l'accoglienza è vocazione della città