fbpx

Da una parte gli incontri con le delegazioni dei Paesi presenti a Milano, dall'altra una serie di eventi per promuovere le eccellenze dell'agroalimentare locale: il Comune di Napoli e la duplice strategia in vista di Expo

Si chiama "NAPOLIperEXPO" il programma con cui il Comune di Napoli sarà presente ad Expo 2015. Promosso dall'Assessorato al Lavoro e Attività produttive del Comune partenopeo, il progetto ha una duplice finalità: intercettare i flussi turistici dei visitatori che da ogni parte del mondo giungeranno a Milano per Expo e rafforzare i rapporti con i 147 Paesi partecipanti con proprie delegazioni istituzionali ed economiche.
L'assessore napoletano al Lavoro e Attività produttive, Enrico Panini, ha spiegato l'importanza che il Comune dedica all'Esposizione e al suo tema agroalimentare: "Da circa tre anni il Comune di Napoli sta lavorando ad un programma integrato di azioni capaci di esaltare il protagonismo della città in vista di Expo 2015. Non poteva essere altrimenti, considerata la tradizione secolare che la città vanta nel campo dell'alimentazione e della sicurezza alimentare: paesaggi gastronomici celebri sin dall'antichità, filiere produttive di eccellenza note in tutto il mondo, prodotti tipici che sono i pilastri di quella dieta mediterranea proclamata nel 2010 Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'Unesco. A Napoli il cibo è cultura, più che altrove".
Il Comune di Napoli, spiega una nota ufficiale, sarà presente con NAPOLIperEXPO in primo luogo a Milano, nel Padiglione Italia, in cui Napoli mostrerà al mondo le eccellenze del suo territorio, la sua cultura, la sua tradizione: sono già in programma venti incontri con delegazioni e investitori stranieri, per consolidare i rapporti di cooperazione transnazionale con partner pubblici e privati.
E anche sotto il Vesuvio si terranno appuntamenti importanti in occasione dell'esposizione milanese: il programma di iniziative NAPOLIperEXPO, frutto del protagonismo delle forze produttive, scientifiche, associative e culturali napoletane, è stato studiato per rendere attraente la città ai visitatori stranieri che arriveranno nel semestre espositivo, rappresentando una delle mete principali per chi da Expo sceglierà di prolungare la propria permanenza in Italia.
Il programma NAPOLIperEXPO è un work in progress e si arricchirà delle proposte che saranno presentate attraverso la "Chiamata di idee" che sarà pubblicata nei prossimi giorni. Gli eventi legati a NAPOLIperEXPO saranno ospitati in tutta la città e, in particolare, a Castel dell'Ovo, in cui avranno sede gli eventi tesi a valorizzare le eccellenze dell'agroalimentare campano, e alla Mostra d'Oltremare, che ospiterà l'esposizione delle filiere produttive campane con l'obiettivo di attrarre gli investitori internazionali in visita a Napoli.

LEGGI ANCHE: Expo, la Campania capofila della Dieta Mediterranea

Se il riscatto di un territorio passa anche dalla pizza

Turismo e beni culturali, al Sud la Campania davanti a tutti

Natura, monumenti e accessibilità: le preferenze dei turisti in Campania