fbpx
ufficio turismo castellammare

Impossibile non pensare a Totò e Peppino alle prese con il "ghisa", il vigile urbano milanese, interrogato con il celeberrimo "Nojo volevan savuar l'indiriss". Solo che, stavolta, a tentare di dialogare in maniera quanto meno improbabile non sono due giganti della commedia italiana, ma i funzionari del Comune, degli Scavi e dell'Ufficio del Turismo di Castellammare di Stabia.

soldati napoleonici alla bit 2014

Truppe napoleoniche alla Bit, ma non c'è da spaventarsi: si tratta infatti di un atto celebrativo per ricordare i 200 anni trascorsi da quando Napoleone Bonaparte soggiornò in esilio all'Isola d'Elba

il muro di palermo

È stato abbattuto dai ragazzi dopo un paio di giorni il "Checkpoint Charlie" di Palermo. All'alba di domenica, dopo una notte di proteste, circa duemila giovani che sono soliti ritrovarsi lì hanno buttato giù parte del muro che il Comune di Palermo ha tirato su pochi giorni prima in piazza Garraffello, dividendo in due il famoso mercato della Vucciria, al fine di mettere in sicurezza la zona dopo il crollo di un palazzo.

Sorrento

"Torna a Surriento" il massimo gradimento mondiale secondo gli internauti. A dirlo non sono Ernesto e Giambattista De Curtis, che nel 1902 composero la famosa canzone, ma Trivago, secondo la quale la città campana ha la miglior web reputation mondiale.

48 ore a Bologna. Sono quelle passate, descritte e consigliate da Julia Buckley, che su Independent racconta il suo week end nella Città delle Due Torri.

Quando nel giugno 2009, Gheddafi issò le sue tende a Villa Pamphili, intellettuali, studenti e associazioni si rivoltarono all'idea che venisse concessa un'accoglienza da nobel per la pace a un dittatore e che gli fosse permesso di occupare il suolo di una delle grandi ville storiche della Capitale per trasformarlo in accampamento delle proprie ambascerie.

teatro di Taormina

Immaginate un sito culturale pubblico in grado di attirare in un anno 800.000 visitatori paganti 8 euro (senza contare gli ingressi gratuiti). Ora immaginate che questo sito sia in degrado, poco pulito, senza neanche la carta igienica nei bagni, tanto da far arrabbiare i turisti. Impossibile? No, realtà, come dimostra il caso dell'antico teatro greco di Taormina.