fbpx

La Regione vara le linee guida e avvia il bando di destagionalizzazione. Cruciale il ruolo di porti e aeroporti per lo sviluppo dell'offerta turistica integrata

Il 2017 sarà un anno decisivo per il turismo in Sardegna, infatti è stato presentato il piano delle azioni per il consolidamento dell’immagine della destinazione turistica nel mercato nazionale ed internazionale. In questo piano sono presenti le linee guida per lo sviluppo turistico nel triennio 2017-2019 che riguardano una serie di interventi volti alla valorizzazione della regione nella sua totalità.

Sono previsti una serie di incentivi che renderanno la Sardegna un territorio ancora più accessibile ed appetibile: gli aeroporti ed i porti avranno un ruolo cruciale nello sviluppo turistico, così come il piano di comunicazione tradizionale che andrà a integrarsi con una innovativa strategia digitale e il lancio di un nuovo portale tematico.

Verranno creati dei contenuti emozionali che veicoleranno un’immagine della Sardegna unica, contemporanea, legata a valori tradizionali e ambientali. Si punterà su varie tipologie di turismo, tra cui il cicloturismo: infatti sarà la Sardegna protagonista della Partenza del Giro d’Italia 100, il turismo religioso, il turismo dei borghi e il cineturismo grazie alla fiction ambientata nell’Isola con Gianni Morandi. Negli ultimi anni c’è stato un andamento positivo di arrivi e presenze, con una crescita del 10% e un aumento della permanenza media.

Grande importanza viene data anche alla destagionalizzazione, con un bando dedicato, rivolto ai Comuni caratterizzati da strutture ricettive con almeno un totale di seimila posti letto, che potranno presentare progetti del valore massimo di 400 mila euro per animare stabilmente il proprio territorio e attrarre nuovi flussi. È previsto inoltre un calendario triennale di eventi che vivacizzerà l’Isola durante tutto l’anno.

La Sardegna verrà anche presentata come destinazione turistica a ben 18 fiere internazionali, con il fine di attrarre nuovi mercati, in particolar modo quello cinese e statunitense. Una serie di interventi quindi, volti alla creazione di un’immagine coordinata della regione, fatta di eccellenze e peculiarità, punti di forza di un territorio già famoso in tutto il mondo per la sua natura incontaminata e i luoghi da sogno.