fbpx

Crescono intanto nell’estate 2016 le presenze turistiche in Italia e la Sardegna, forte della sua offerta, è allineata con il dato nazionale

La prossima primavera dovremmo vedere in prima serata su Canale 5 una fiction ambientata in Sardegna. Il progetto fa parte di una accordo di collaborazione tra l'assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Sardegna e la LUX Vide S.p.A., società italiana leader nel settore delle produzioni televisive. La realizzazione sarà praticamente immediata – inizio riprese a settembre – mentre la messa in onda avverrà a marzo/aprile 2017. Titolo della fiction per la quale è previsto un primo ciclo di sei puntate sarà "Per amore di mia figlia" e avrà come protagonista Gianni Morandi. Il supporto tecnico sarà garantito dalla Fondazione Film Commission.
Il progetto rientra nell’ambito delle azioni di comunicazione con la ricerca di nuovi canali utili a favorire il posizionamento del prodotto Sardegna sul mercato e a massimizzare il numero dei turisti interessati. L’ambientazione sarà il sud della regione ovvero una parte del territorio regionale dalle grandi potenzialità che non è stato ancora pienamente valorizzato, principalmente la zona di Carloforte. In settembre saranno resi noti ulteriori dettagli dell’iniziativa. La Regione Sardegna conta molto sulla forte visibilità di un simile prodotto per generare importanti ricadute turistiche.
Intanto, in questa estate che secondo le prime rilevazioni registra un forte incremento delle mete italiane, anche in Sardegna i flussi turistici sono in netta crescita. Lo rileva un’elaborazione dell’Ufficio Studi di Confartigianato, su dati UnionCamere-Movimprese che ha coinvolto settori come l’agroalimentare, le manifatture e servizi, abbigliamento e calzature, attività ricreative, culturali e dell’intrattenimento, bar, caffè e pasticcerie, editoria, somministrazione di alimentari e bevande, strutture ricettive e trasporti.
Gli ultimi dati nazionali indicano che negli ultimi dodici mesi le presenze sono in salita del 2,6%, anche grazie al ritorno alla crescita delle vacanze degli italiani (+3,7%) che sostengono l’aumento dell’1,4% delle presenze straniere. Nell’ultimo anno si sono registrate in Italia 386,5 milioni di presenze turistiche, di cui il 49,2% pari a 190,2 milioni di non residenti e il rimanente 50,8%, pari a 196,4 milioni di presenze di residenti; in particolare a marzo 2016 si è raggiunto il massimo storico delle presenze turistiche in Italia pari a 388,6 milioni su base annua.
L’Italia è al primo posto nell’Unione Europea per presenze turistiche nei mesi estivi (giugno-settembre) con il 16,2% del totale, davanti a Francia (15,9%) e Spagna (14,5%), grazie ad asset quali 8.300 km di costa con 644 comuni litoranei, un territorio montano pari ad oltre un terzo (35,2%) della superficie nazionale e 352 città di interesse storico e artistico.
A livello regionale è intenzione della Sardegna di intensificare gli sforzi per rafforzare la competitività dell’offerta turistica e valorizzare le eccellenze del Made in Sardegna che hanno reso famosa l’isola nel mondo.