fbpx

Un anno d’oro il 2016 per il turismo in Puglia, lo confermano i dati dell’Osservatorio Turistico della Regione, riguardo i primi 10 mesi dell’anno, resi noti qualche giorno fa

Il dato più incoraggiante riguarda il turismo nazionale che registra un + 4,5% e + 2% di arrivi e presenze. L’incoming dall’estero è cresciuto del 13% rispetto ai dati degli scorsi anni che si aggiravano tra l’8 ed il 10%. Le località più amate dai turisti sono quelle in Salento e sul Gargano, le quali hanno registrato un incremento di italiani che hanno scelto queste due mete per le loro vacanze.

La strategia di promozione della Puglia ha portato i suoi frutti anche dal punto di vista della destagionalizzazione, infatti il numero di turisti è costante quasi in tutto l’arco dell’anno. Il Mediterraneo è la meta preferita per inglesi, francesi, tedeschi, scandinavi ed americani, il tacco d’Italia segue questa tendenza infatti dai dati raccolti emerge che i mercati strategici esteri per la Puglia sono rappresentati da Germania, Francia, Regno Unito, Svizzera e Stati Uniti d’America.

Si registra inoltre una crescita dei turisti provenienti dall’ Europa dell’est, in particolare Croazia, Grecia, Bulgaria, Ucraina, Slovacchia e Lituania. Tra i mercati a lungo raggio spicca la presenza della Cina, della Corea del Sud, dell’Argentina e dell’Australia. I dati raccolti sono incoraggianti e le previsioni per il 2017 sono positive. È necessario migliorare i servizi di accoglienza ed i prodotti integrati al fine di rendere il turismo fruibile tutto l’anno e farlo diventare un settore economico che crea occupazione stabile.

Un ulteriore obiettivo è raggiungere la media nazionale come numero di turisti stranieri che visitano la Puglia, ad oggi un quarto dei viaggiatori proviene dall’estero. Le tendenze mondiali per il 2017 vedono il turismo green ed ecologico in testa alle preferenze dei viaggiatori e sicuramente la Puglia può offrire una vacanza autentica, grazie ai suoi splendidi borghi ed alla natura che la contraddistingue. Secondo il report si conferma l’efficacia di Buy Puglia, un evento di business turistico che favorisce le trattative e gli accordi commerciali tra buyer e seller.

La Puglia dunque grazie alle strategie implementate nel corso degli anni è riuscita a diventare una meta turistica ambita sia in Italia che all’estero, con un quadro complessivo molto positivo che la rende una punta di diamante dell’economia del Sud Italia.