fbpx

In occasione del Vinitaly 2016, Wine News pubblica un’analisi sull’incremento dei valori dei principali vini italiani: a Montalcino, in 50 anni, il valore di un ettaro di vigneto è cresciuto di 25 volte, da 15.000 a 400.000 euro


+2474%: a tanto ammonta l’impressionante incremento di valore che in 50 anni hanno avuto i vigneti da cui arriva il Brunello, uno dei vini italiani più noti e apprezzati al mondo. Eppure la situazione di questo territorio in provincia di Siena non era semplice appena una quarantina d’anni fa. Nel 1975, infatti, quella di Montalcino era considerata un’area depressa, a cui arrivavano aiuti dallo Stato. Del suo vino oggi più celebre, il Brunello, si vendevano all’epoca meno di 200.000 bottiglie, più altre 120.000 di Rosso di Montalcino; nel 2014 sono state vendute 8.400.000 di Brunello, 4.500.000 di Rosso, 260.000 di Sant'Antimo e 33.000 di Moscadel.
Nell’ultimo mezzo secolo, di conseguenza, l’incremento di valore di un ettaro di vigneto a Brunello è del 2.474%: meglio dell’Amarone (1.357%), del Barbaresco (257%), del Barolo (206%) e quello del Chianti Classico (129%). A dirlo un’analisi di www.winenews.it, uno dei siti di riferimento nel settore enologico, pubblicata in occasione del Vinitaly 2016, la rassegna che si terrà a Verona dal 10 al 13 aprile. Dagli anni Sessanta ad oggi, la crescita in valore dei vigneti di questi terroir è stata di 25 volte per il Brunello, di 14 volte e mezzo per l’Amarone, di 3 volte e mezzo per il Barbaresco, di 3 volte per il Barolo e di 2 volte per il Chianti Classico. Nel 1966 un ettaro di terreno vitato e/o vitabile (fabbricati annessi) di Brunello di Montalcino valeva 1,8 milioni di vecchie lire, pari a 15.537,15 euro attuali (cifra ottenuta con il calcolo dei coefficienti Istat per l’attualizzazione dei valori), oggi vale 400.000 euro.
Tra i numeri diffusi da Wine News un dato resta chiaro: sono queste denominazioni che hanno saputo, pur con vicende diverse, valorizzare il loro patrimonio storico che risiedeva nei loro vigneti e che ha finito con l’emergere, nel caso delle valorizzazioni più recenti, accanto ai successi di vendita. In altri termini, un circolo virtuoso tra territori e vino che produce questi risultati in bottiglia e anche nelle casse turistiche.

 

LEGGI ANCHE: Comunicare il vino per il bene del territorio

Brunello, i successi di un territorio di eccellenza

 

Fonte foto: Di Giovanni https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4134769