fbpx

La Regione presenta il Piano strategico digitale 2016-2018: 54 milioni di fondi regionali ed europei per 20 progetti che semplifichino la vita ai cittadini, ai turisti, alle imprese, alle associazioni e alla stessa PA

 

La Liguria investe 54 milioni per costruire un futuro digitale a disposizione di cittadini, imprese, turisti, associazioni e anche per la stessa pubblica amministrazione. Presentato ieri il Piano strategico digitale 2016-2018, con cui la Regione Liguria nei prossimi tre anni investirà in 20 progetti oltre 54 milioni di euro, ricavati da fondi europei e propri, di cui 33 milioni serviranno per la diffusione dalla banda Ultra Larga su tutto il territorio regionale.

Con l'obiettivo di costruire un’infrastruttura tecnologica più moderna e servizi digitali all’avanguardia, si legge in una nota ufficiale, la Regione si affida al suo braccio informatico “Liguria Digitale”, chiamato per realizzare i progetti e per integrare i sistemi garantendo il miglior rapporto tra costi e benefici.

Per i cittadini, il Piano punta a fornire internet gratuito ovunque, servizi pubblici accessibili con informazioni aggiornate costantemente, il pagamento immediato ed elettronico delle prestazioni sanitarie, la centralizzazione e il potenziamento del sistema di prenotazione Cup, la telemedicina e la cura a domicilio degli assistiti cronici e dei pazienti fragili. Il tutto con un unico accesso online o rivolgendosi allo sportello pubblico più vicino, con un sistema che comprende anche la gestione uniforme e misurabile della ricetta dematerializzata tra medico e farmacia, il fascicolo sanitario elettronico, tutta l’offerta di lavoro disponibile oltre a quella culturale e turistica della Liguria.

Alle imprese il Piano strategico ligure assicura la banda Ultra Larga e il Wi-Fi avanzato su tutto il territorio regionale, la gestione digitale di bandi e finanziamenti, un sistema di marketing territoriale per favorire espansione e nuovi insediamenti produttivi, sistemi digitalizzati per comunicazioni obbligatorie e impresa sociale.

In campo turistico, il Piano digitale consentirà ai visitatori di pianificare la propria vacanza trovando sul proprio dispositivo mobile spunti, itinerari, commenti e suggerimenti utili.

Alla Pubblica amministrazione, il Piano offre un sistema cartografico regionale centralizzato, applicativi in grado di monitorare le informazioni tra le diverse amministrazioni, la totale “dematerializzazione” dei procedimenti e un moderno sistema integrato di fatturazione elettronica. Un fulcro regionale di dati sanitari, ambientali, statistici, turistici e molti altri ancora per la programmazione e l’interscambio con lo Stato centrale.

“Dal lavoro fatto da Liguria Digitale in collaborazione con le strutture della Regione abbiamo visto quali sono le esigenze dei cittadini, delle imprese, dei turisti. Pensiamo che questi servizi porteranno la Liguria in un'area di eccellenza nell'uso delle tecnologie. Chi lavora oggi in Liguria deve sentirsi orgoglioso: possiamo attrarre imprese, investimenti, turisti sia dall'Italia che dall'estero” ha commentato l'amministratore unico di Liguria Digitale, Marco Bucci.

 

LEGGI ANCHE: Il Trentino approva il Piano strategico pluriennale per il futuro del turismo

Marche, il turismo del futuro è sostenibile, accessibile, slow e condiviso

MiBACT, 500 giovani per digitalizzare il patrimonio culturale