fbpx

Il primo cittadino della città materana scrive agli operatori turistici per ringraziare dell'ottimo lavoro svolto, chiedendo poi maggiori sforzi e lavoro di gruppo con l'amministrazione. Al centro la destagionalizzazione e l'accessibilità

"Grazie a tutti, ottimo lavoro. Ma possiamo far meglio". Si potrebbe riassumere così la lettera aperta che il sindaco di Policoro, in provincia di Matera, ha rivolto a tutti i professionisti del turismo per i buoni risultati raggiunti, con un appello a fare tutti insieme ancora meglio per un'offerta più ampia, destagionalizzata e accessibile a tutti.
Rocco Leone, sindaco della città costiera lucana, inizia così la sua lettera: "Gentili operatori, desidero esprimere a nome mio e dell'intera Amministrazione i più sentiti ringraziamenti per il notevole sforzo che anche quest'anno avete profuso per rendere sempre di più Policoro Città turistica e porla come riferimento regionale in questo settore". Dopo i ringraziamenti, Leone sottolinea che "molto ancora si può fare" per migliorare l'attrattività turistica valorizzando "l'enorme bagaglio naturale, culturale storico e artistico" di Policoro. Da parte sua, il sindaco ricorda che l'assessorato al Turismo "lavora ormai da tempo per mettere in campo azioni volte a potenziare e mettere in rete un sistema complesso che è quello del turismo". "Per far sì che una Città ambisca a raggiungere certi livelli occorre che anche il singolo cittadino ci metta del suo partendo dai piccoli e importanti gesti" rimarca Leone.
L'amministrazione comunale è quindi impegnata nel processo di destagionalizzazione, tra eventi per il centro città e nuove iniziative nel Parco Archeologico "che circonda il nostro splendido museo luogo fino ad oggi rimasto inespresso e non reso fruibile al grande pubblico". E a proposito di fruibilità per il pubblico, il sindaco lucano ricorda agli operatori di Policoro l'importante "mondo che è quello della disabilità", sottolineando che il territorio "non può esimersi di dare a questi splendidi ragazzi e famiglie risposte di grande civiltà". Leone cita quindi il progetto "Disabilmentemare" che ormai da due anni "ha permesso di dare risposte a quelle famiglie che vivono situazioni difficili consentendo loro di trascorrere giornate gioiose al mare, concedendo ai loro ragazzi di ricevere accoglienza, professionalità e competenza in un clima di grande integrazione sociale, progetto che sta avendo adesioni da tutta la regione e sorprendentemente, da tutta Italia". "L'esito assolutamente positivo di tale iniziativa mi ha spinto a chiedere con forza alla Regione la concessione di un lido ad utilizzo comunale da adibire al fine di creare una struttura idonea che possa accogliere stabilmente un progetto definitivo che, dando segno di civiltà e modernità, si possa candidare a dare risposte ad un territorio naturalmente predisposto ad assurgere a ruolo centrale che consentirebbe la creazione di un sito logisticamente idoneo a soddisfare le centinaia di richieste pervenute da tutta Italia e che farebbe della nostra Policoro una meta papabile e insindacabilmente civile" spiega ancora il primo cittadino, fermamente convinto che una tale iniziativa "oltre ad essere un esempio di altissima civiltà potrà potenziare il nostro Turismo".

 

LEGGI ANCHE: Catanzaro, il Comune vuole la spiaggia più bella e accessibile d'Italia

Abruzzo, il governatore invita gli operatori a copiare Puglia e Marche

"Magna Magna Grecia", in Basilicata turismo sociale e pesca per la salvaguardia della costa

 

Fonte foto: policoro.eu