fbpx

Sport, cultura, convegni, accoglienza e promozione: 86 piccole imprese calabresi si aggiudicano un totale di 10 milioni di euro di incentivi. Il bando iniziale era di 6 milioni, grazie alla gestione dei conti altri 4 milioni per finanziare tutti i progetti validi


Oltre 10 milioni di euro di fondi per le piccole imprese che si occupano di servizi turistici in Calabria: il Dipartimento Turismo ha pubblicato sul bollettino ufficiale regionale e sul sito della Regione la graduatoria delle imprese ammesse agli aiuti previsti dai Pacchetti integrati di agevolazioni "Progetti Integrati di Sviluppo Locale (PISL) Fase II – linea d'intervento 5.3.2.2 Azioni per il potenziamento delle Reti di Servizi per la promozione e l'erogazione dei Prodotti/Servizi delle destinazioni turistiche".
Come spiega un comunicato ufficiale, il bando pubblicato il 31 dicembre scorso, con una dotazione finanziaria iniziale di 6 milioni di euro, ha contato la partecipazione di 176 imprese. A conclusione dell'istruttoria e della valutazione compiuta dagli uffici del Dipartimento Turismo, sono state ammesse e finanziate 86 imprese operanti nei diversi settori dei servizi turistici.
"L'obiettivo di tali interventi è quello di potenziare le reti di servizi e l'erogazione di nuovi prodotti per il turista colmando i tanti gap del sistema turistico regionale" ha spiegato il presidente della Calabria, Mario Oliverio. Gli interventi mirano a favorire la mobilità dei turisti sia a livello di trasporto in aree urbane sia attraverso il noleggio di autovetture e mini van; a sviluppare il settore del charter nautico ma anche del noleggio di piccoli natanti per attività ludiche e sportive; a incrementare i servizi annessi allo spettacolo con il noleggio di attrezzature, palchi e impianti.
Gli incentivi hanno riguardato la pratica di attività sportive e ricreative a scopo turistico attraverso il potenziamento dei servizi di noleggio di attrezzature. Tra le agevolazioni concesse si annoverano anche nuovi parchi divertimento, localizzati soprattutto nelle aree interne, nell'ambito dei quali sarà possibile anche praticare nuovi sport. L'attenzione è stata rivolta anche ad attività quali la convegnistica e la gestione di luoghi d'arte impegnate in attività culturali a 360 gradi. Da evidenziare poi le agevolazioni concesse alle attività di agenzie di viaggio e dei tour operator, ma anche ai consorzi di operatori turistici finalizzati a migliorare il sistema di promozione e di vendita delle destinazioni turistiche locali nonché dei servizi di biglietteria e di assistenza al turista. "È il primo bando nel quale nel settore del turismo vengono coinvolte imprese prevalentemente giovanili a sostegno di attività complementari all'offerta turistica, tese a migliorare il sistema dell'accoglienza" ha detto ancora Oliverio.
Con l'utilizzo delle economie derivanti da precedenti bandi pari a 4 milioni di euro, si è dunque reso possibile agevolare tutte quelle imprese che hanno raggiunto il punteggio utile per la finanziabilità del progetto.
Queste le risorse assegnate ai progetti dei PISL su scala provinciale:
- Provincia di Catanzaro: Costa Degli Ulivi 436.089,63 €; Natura un Ponte tra Mare e Montagna 1.192.308,76 €; Il Golfo che Unisce 39.439,58 €;
- Provincia di Vibo Valentia: Vibo Giardino sul Mare 1.391.772,60 €; Alte Serre Vibonesi 196.533,94 €;
- Provincia di Crotone: Madre Natura e Padre Cultura 1.377.494,06 €;
- Provincia di Reggio Calabria: Terre della Fata Morgana 2.413.821,30 €; L'Aspromonte a portata di mare 377.004,60 €;
- Provincia di Cosenza: Sybaris Terra d'incanto 732.372,77 €; Lorica Hamata in Sila Amena 819.100,04 €; Welcome Costa dei Cedri 105.906,12 €; STL Riviera dei Cedri 297.980,04 €; Antica Temesa 412.714,21 €; Attraversando Natura 323.322,08 €.

 

LEGGI ANCHE: 41 milioni di euro per il turismo dalla Regione Calabria

Una Summer School per promuovere il Parco Nazionale della Sila

491 milioni di euro per la Cultura italiana. Sud protagonista