fbpx

Due GAL, la Provincia e 24 Comuni insieme per due campagne promozionali che valorizzano le "meravigliose abitudini" delle aree interne. L'obiettivo è farle conoscere ai vacanzieri del mare per integrare l'offerta turistica balneare


Coinvolgere i turisti nelle "meravigliose abitudini" culturali, paesaggistiche, enogastronomiche dell'entroterra, integrando l'offerta turistica delle località costiere. Questo l'obiettivo di #wonderfulhabits (meravigliose abitudini, appunto), un titolo che mette insieme due innovative campagne finanziate con fondi europei attraverso i GAL "Flaminia Cesano" e "Montefeltro Sviluppo", con la compartecipazione della Provincia di Pesaro e Urbino e di 24 Comuni, per dare nuovo slancio al turismo nelle aree interne.

Le due campagne, che partiranno nei prossimi giorni, si baseranno non solo su strumenti tradizionali come affissioni, brochure e cartoline da distribuire lungo la costa per intercettare italiani e stranieri in vacanza, ma soprattutto sui media digitali, coinvolgendo il pubblico in modo interattivo: link e QR Code rimanderanno a un portale dedicato, ad account sui principali social network e a 15 brevi video "ad alto contenuto emozionale", come si legge in un comunicato della Provincia marchigiana.

A fare da collegamento mobile la app "Tipico.Tips" appena presentata dal distretto culturale evoluto CreAttività di cui la Provincia è capofila, che consentirà di personalizzare la propria esperienza di viaggio e condividerla sui social network. Oltre al canale YouTube, #wonderfulhabits avrà anche una pagina Facebook, un account su Twitter e uno su Instagram, dai quali interagirà con gli utenti sulla rete.

"Con questo tipo di progetto applichiamo un'attività di marketing che mette insieme le aree interne, spesso fuori dai circuiti tradizionali del turismo, attraverso strumenti che consentono a tutti coloro che vivono nel territorio di sentirsi parte integrante di un percorso e di diffonderlo a loro volta" ha spiegato il presidente della Provincia Daniele Tagliolini "È la testimonianza che anche le piccole realtà possono, unite, intercettare fondi europei e sfruttarli al meglio, anche grazie al ruolo di coordinamento della Provincia".
Le caratteristiche di #wonderfulhabits sono state illustrate dai partner del distretto culturale evoluto "CreAttività", mentre i presidenti del GAL "Montefeltro Sviluppo" Bruno Capanna e del GAL "Flaminia Cesano" Rodolfo Romagnoli hanno ricordato come nella programmazione 2014-2020 la Regione abbia messo a disposizione dei 6 GAL delle Marche circa 60 milioni di euro di fondi europei (attraverso il Piano di sviluppo rurale) da investire su settori come turismo, ambiente e paesaggio. Da qui l'importanza di continuare a fare rete per finanziare altri progetti a favore del territorio.
Da parte sua, il dirigente del Servizio cultura e turismo della Provincia Massimo Grandicelli ha evidenziato l'importante attività dei 14 borsisti all'interno del distretto culturale evoluto "CreAttività" e l'importante coinvolgimento degli operatori del turismo, primi fra tutti Iat, pro loco e associazioni culturali, che riceveranno una piccola "guida all'uso" di questo efficace strumento di auto-promozione.

 

LEGGI ANCHE: Terre Ospitali: alleanza per il turismo dolce tra 5 territori

Europa Creativa e culturale, Italia prima per la cooperazione su piccola scala

Il successo delle Marche tra green economy e cooperazione

“Basilicata in camper” per il turismo rurale in 28 Comuni dell’entroterra

Sardegna, il futuro del turismo tra aree interne e meno burocrazia

Ascoli, il Piceno fa squadra per Expo, turismo e cultura

 

Fonte foto: galflaminiacesano.it