fbpx

L'Unione Europea approva e finanzia il progetto "Sunbeam" della MRAI. La maggior parte dei fondi sarà utilizzata per 184 borse di studio destinate a studenti e ricercatori delle 20 università coinvolte in 9 Paesi


È stato approvato dall'Unione Europea, con un finanziamento complessivo di 2.996.125 euro nell'ambito del programma Erasmus Mundus Azione 2 (progetti di partenariato per la mobilità-IPA-Western Balkans), il progetto "Sunbeam-Structured University Mobility between the Balkans and Europe" per la Macroregione Adriatico Ionica, di cui fanno parte 13 regioni italiane: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sicilia, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto.
Il progetto Sunbeam è coordinato dall'Università Politecnica delle Marche e vede la partecipazione di 20 atenei di 9 Paesi: Italia (Università Politecnica delle Marche, Università di Urbino, Ca' Foscari di Venezia, Alma Mater Studiorum di Bologna), Slovenia, Croazia, Grecia, Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Montenegro e Serbia. Partecipano inoltre Aiesec, Case (Centro Alti Studi Europei), Forum delle Camere di Commercio Adriatico Ioniche, Forum delle Città Adriatico Ioniche, Iniziativa Adriatico Ionica e Uniadrion.
I partner firmeranno dunque un Memorandum of Understanding (MoU) in cui saranno identificate le attività da sviluppare e gli impegni di ogni membro. La maggior parte del finanziamento da quasi 3 milioni dovrà essere utilizzata per assegnare borse di mobilità a studenti, dottorandi, ricercatori e staff delle Università partecipanti al progetto.
In totale saranno 184 le borse di studio finanziate dalla UE, di cui 142 riservate ai Paesi non comunitari (Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Serbia) per mobilità verso i Paesi dell'UE aderenti al progetto. Le restanti 42 borse saranno assegnate a studenti, dottorandi, ricercatori e staff dei Paesi comunitari per mobilità verso i Paesi terzi aderenti al progetto.
Tre i bandi di concorso previsti dal progetto della Macroregione Adriatico Ionica. Protezione, catalogazione e promozione dei beni culturali, ambiente e sviluppo sostenibile, turismo culturale e sviluppo, economia, comunicazione, porti e relazioni economiche i temi portanti dell'iniziativa territoriale transnazionale.

 

Sito ufficiale della MRAI Macroregione Adriatico Ionica
http://www.ai-macroregion.eu/

 

LEGGI ANCHE: Macroregione Adriatico Ionica, oltre alla manifattura ci sono turismo e commercio

Alla Liguria la gestione di cultura e turismo per l'Euroregione Alpi Mediterraneo