fbpx

Eliminato anticipatamente (e un po' ingiustamente) dal mondiale brasiliano, il Messico resta ottimista nel turismo, che cresce più del resto dell'economia e offre nuovi sviluppi a partire dai viaggi del benessere

 

Secondo l'associazione messicana degli albergatori, infatti, i prossimi due anni vedranno 4 miliardi di dollari di investimenti nell'industria alberghiera. Investimenti che riguarderanno in particolar modo gli aeroporti, i ristoranti, i servizi come i campi da golf e i porti turistici. Il Grupo Posada, ad esempio, ha progettato investimenti per 40 nuovi alberghi e 412 milioni di dollari.
"Anche se l'economia nazionale si muove lentamento, il turismo sta recuperando" ha dichiarato Luis Barrios, presidente della National Association of Hotel Chains. Intanto il giro d'affari del comparto turistico è cresciuto del 15,5% nei primi 4 mesi dell'anno, ha rivelato la Banca del Messico.
Tra i fattori di crescita, oltre a quelli "classici" (dalle spiagge di Acapulco a Città del Messico), determinante per il Messico è il turismo medico. Secondo Patients without Borders, agenzia statunitense del settore, il Messico è dopo la Thailandia la seconda destinazione mondiale per il turismo sanitario, e il ministero dell'Economia messicano ha rivelato che il contributo all'economia generato da questo segmento dei viaggi (comprendendo terme, spa e centri benessere) è stato nel 2013 di 4,2 miliardi di dollari, con un tasso di crescita del 7%.
Logico quindi che Enrique Peña Nieto, presidente del Messico, abbia manifestato grande fiducia per il turismo, dopo un 2013 record da 23,7 milioni di visitatori internazionali: "Consolidare il nostro Paese come una destinazione mondiale sostenibile e moderna è un serio impegno di tutto il governo" ha detto Peña Nieto, ricordando come il turismo sia anche un fattore importante per il lavoro giovanile e delle donne.

 

LEGGI ANCHE: Boom del turismo medico

Emirati Arabi e Cina scoprono il Portogallo

L’Honduras a caccia di una vittoria scaccia crisi

Il Costa Rica ci ha già battuto...

Francia, "operazione simpatia" per raggiungere i 100 milioni di turisti