fbpx
bob marley giamaica

La proposta di Wykeham McNeill, ministro del Turismo giamaicano, per dare impulso ai flussi turistici nel Paese caraibico. Depenalizzazione della marijuana possibile già quest'anno, dicono dal governo


Pensi alla Giamaica e, inevitabilmente, pensi a Bob Marley. Pensi a Bob Marley e, altrettanto inevitabilmente, pensi al reggae, alla cultura rastafariana e alla marijuana, che i giamaicani e non solo chiamano ganja. Ma presto l'associazione di pensiero potrebbe diventare la base per un nuovo impulso al turismo nello Stato caraibico.
Wykeham McNeill, ministro del Turismo e dell'Entertainment (ovvero del tempo libero e delle attività ricreative), ha lanciato la proposta provocatoria rispondendo a un cronista del Jamaica Observer durante una conferenza stampa a Kingston. "Se la legge per la depenalizzazione fosse strutturata adeguatamente il Paese potrebbe beneficiarne" ha detto McNeill "Da una prospettiva turistica, penso che sarebbe un bene. Il punto è che bisogna stare molto attenti nel formulare la proposta". Anche il collega di dicastero Philip Paulwell ha sostenuto la causa della legalizzazione, auspicando che la Camera dei Rappresentanti se ne occupi e riesca a metterla in pratica entro la fine di quest'anno.
La depenalizzazione della cannabis, per usi medici e per scopi ricreativi, sta diventando un tema di importanza crescente nell'opinione pubblica mondiale, come dimostrano i provvedimenti in tal senso approvati in alcuni Stati europei, negli Stati Uniti e in Uruguay. E le ricadute sul turismo sono già visibili, basti pensare ai viaggi organizzati in Colorado di cui ha parlato il Washington Post qualche settimana fa.
E la Giamaica, "patria" di Bob Marley e di specie di marijuana molto potenti, potrebbe riuscire a ricavare notevoli benefici qualora riuscisse a regolamentare bene l'uso dei cannabinoidi. I turisti che si recano nella culla del reggae alla ricerca di esperienze "particolari" aspettano ora con il fiato sospeso le decisioni del governo giamaicano.

 

 

LEGGI ANCHE: Oltre "sol y playa" a Maiorca, Amalfi sbarca in California e turismo "verde" in Colorado

Haiti e le speranze di rinascita che il turismo può offrire

Aruba 100% ecosostenibile, tra progetto e sogno


(Fonte foto)