fbpx
dubai

Uno studio dell'emirato mostra i vantaggi di una sinergia con la città tedesca nei settori della logistica e del turismo

La Camera di Commercio e Industria di Dubai ha pubblicato uno studio sulle opportunità di cooperazione tra l'emirato e Amburgo nei settori di turismo, logistica e ambiti portuali e ambientali. Secondo quest'indagine, Dubai è divenuta una delle destinazioni a maggior tasso di crescita per forme di turismo tradizionale, dallo shopping al divertimento ai viaggi d'affari.
Il mercato turistico dell'emirato si sta inoltre espandendo a forme di turismo innovative, come lo sport, l'ecoturismo, le crociere e il turismo medico: secondo le stime, a Dubai si concentra il 66% dell'economia turistica di tutti gli Emirati Arabi Uniti, con (stando alle cifre della Banca Mondiale) investimenti che nel 2012 hanno toccato la quota di 8,7 miliardi di dollari. Fino a novembre, nel 2013 a Dubai sono arrivati 2,6 milioni di viaggiatori, con una crescita del 10% sull'anno precedente. Anche il tasso di occupazione degli alberghi è in crescita notevole da tre anni, ovvero da quando la crisi ha allentato la morsa, e nel 2013 l'occupazione media registrata è stata dell'80%.
Per una città dinamica e strategicamente importante come Amburgo le opportunità di una sinergia con Dubai sono numerose. Nel settore dei trasporti, innanzitutto, secondo lo studio c'è un grande potenziale nella cooperazione per progetti aeroportuali e di aviazione, considerata anche la posizione strategica di Dubai in Medio Oriente, tra Europa e Asia, fattore da cui le aziende tedesche potrebbero trarre notevoli benefici. Anche nel settore marittimo la cooperazione tra le due realtà potrebbe portare a mutui benefici, vista la rilevanza dei due sistemi portuali e di armeria navale. Evidenti, infine, i vantaggi che Amburgo può ricavare da un accordo sul piano turistico con Dubai, che si stima continuerà a crescere a doppia cifra nei prossimi anni, almeno fino al 2020, quando ci sarà l'Expo.

 

LEGGI ANCHE: Expo, dal David a Dubai: Milano passerà il testimone agli Emirati Arabi

100 al mese: l'esodo degli italiani verso Dubai

Ornella, da Palermo a Dubai per lavorare nel turismo. “Ma voglio tornare in Sicilia”

 


Fonte foto: http://global-conferences.eu/dubai/