guide turistiche corso formazione fipe enogastronomia

Parte dalla Lombardia l'iniziativa della FIPE per formare le guide turistiche alla valorizzazione del patrimonio enogastronomico locale

L’enogastronomia è sempre più una componente fondamentale per i turisti: l’esperienza di gusto completa l’esperienza di viaggio, permettendo di scoprire nuovi aspetti interessanti del territorio che si sta visitando. Nel milanese e nel lodigiano proprio per questo motivo è partito su iniziativa della FIPE un corso pilota per formare le guide turistiche sui temi dell’enogastronomia.

La tendenza attuale è quella di vivere il territorio a trecentosessanta gradi e permettere alle guide turistiche di avere una conoscenza approfondita dell’aspetto tradizionale legato alla gastronomia e ai prodotti tipici consentirà di offrire un’esperienza di viaggio ancora più completa. Alle guide turistiche verrà trasferito un metodo di analisi territoriale che si basa sulle risorse enogastronomiche locali, in grado di soddisfare le esigenze delle diverse tipologie di turisti, da colui che parte alla scoperta dei luoghi, proprio per provare nuovi piatti , al turista che vuole solo migliorare la sua esperienza di viaggio con la gastronomia.

I docenti che formeranno le guide sono tre chef stellati: Andrea Berton, Giancarlo Morelli e Claudio Sandler, supportati dall’ausilio di esperti di valorizzazione territoriale. Le ore totali di corso saranno 32 e si svolgeranno ogni lunedì; le lezioni teoriche saranno alternate a lezioni pratiche, consistenti in visite guidate nei luoghi di consumo e di acquisto dei prodotti enogastronomici.

Il corso è stato ideato dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi e dalla Federazione Nazionale delle Guide Turistiche, in collaborazione con Gitec Milano e Capac Politecnico del Commercio e del Turismo, l’Associazione Guide Turistiche e l’Ente Formativo della Confcommercio milanese. Al termine del corso le guide saranno in grado di realizzare percorsi di visita turistico culturale che valorizzano una o più produzioni tipiche ed enogastronomiche. Dopo Milano il progetto partirà anche in Emilia Romagna, Toscana e Puglia e certificherà le competenze in tradizioni enogastronomiche del territorio.