Il Parco Nazionale della Sila continua a sorprendere grazie alle iniziative volte alla sua valorizzazione. In un bando dello scorso 14 luglio infatti, era stata richiesta la disponibilità ad “adottare un sentiero” al fine tutelarli e preservarli.

L’iniziativa ha avuto successo e qualche giorno fa sono state pubblicate le graduatorie di coloro i quali si prenderanno cura dei sentieri. Sono stati designati i custodi di 27 percorsi, tutti appartenenti all’area protetta. Operatori economici, cittadini privati, guide del parco, associazioni e anche una scuola tra gli attori locali coinvolti in questa interessante iniziativa. L’originalità di questa proposta è il coinvolgimento di varie tipologie di attori locali, uno sviluppo e una valorizzazione che parte dal basso, con un obiettivo comune: la salvaguardia e la promozione del territorio silano. Coinvolgere varie tipologie di attori locali consente la sensibilizzazione ai temi della valorizzazione del territorio e della salvaguardia ambientale. Soprattutto l’idea che anche dei ragazzi appartenenti a una scuola si prenderanno cura di un determinato sentiero, permetterà di infondere la cultura della tutela dell’ambiente anche tra le nuove generazioni. A breve saranno convocati i custodi dei sentieri per la stipula della convenzione al fine di avviare il progetto che prevede la tutela del bene comune. L’adozione dei sentieri permetterà una maggiore cura degli stessi e una conseguente maggiore accessibilità ai visitatori del Parco.