Frattanto posticipato il termine per accedere a contributi per 1,5 milioni di euro nel settore ricreativo e sportivo

La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha stanziato 150mila euro per favorire il turismo all'aria aperta. Ne possono beneficiare operatori economici, associazioni sportive, enti pubblici e privati di promozione turistica per la realizzazione, l'ampliamento o il ripristino di allestimenti, strutture e percorsi per lo svolgimento di pratiche sportive ed escursionistiche.
“È un'operazione che si inserisce nel più ampio quadro di promozione della nostra regione - evidenzia il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello - e che agevola la crescita di un settore che ha dimostrato di possedere un ampio margine di sviluppo”.

I contributi permetteranno di alleviare le spese sostenute anche per l’acquisto e l’installazione di attrezzature tecnologiche finalizzate all'avvio e allo svolgimento dell'attività, acquisto e posa in opera di arredi esterni e attrezzature e la messa in sicurezza dei percorsi dedicati all'escursionismo.

L’attenzione posta dalla regione FVG nei confronti delle attività ricreative e sportive è sempre elevata. La Regione ha posticipato al 24 ottobre 2017 il termine ultimo, in un primo tempo previsto per il 10 ottobre, per presentare le domande di contributo per il sostegno di attività ricreative e sportive da parte dei soggetti già beneficiari di analoghi contributi concessi dalle Province nel 2015.

L’iniziativa riguarda 1,5 milioni di euro, una linea contributiva straordinaria che permette di dare continuità al sostegno erogato, in passato, dalle amministrazioni provinciali nel settore delle attività ricreative e sportive. Si tratta di una boccata d’ossigeno per quelle realtà che si fondano in gran parte sul volontariato che rappresenta uno dei punti di forza del sistema regionale. Le attività finanziate devono essere realizzate tra il primo gennaio e il 31 dicembre di quest'anno dai soggetti operanti in Friuli Venezia Giulia in ambito ricreativo o sportivo.