fbpx

Da aprile a novembre l’evento coinvolgerà diverse destinazioni, promuovendo la cultura della collaborazione, dell’accoglienza e del prendersi cura del proprio territorio

È stato premiato dall’Organizzazione Mondiale del Turismo dell’ONU ed è giunto alla sua undicesima edizione il festival dedicato al turismo responsabile. IT.A.CA è un’eccellenza italiana, un’iniziativa inclusiva che coinvolge tutto lo stivale da nord a sud, attraverso una serie di eventi e manifestazioni volti a valorizzare le piccole realtà territoriali.

Il tema dell’edizione 2019 è la "restanza", una nuova modalità di vivere il territorio, attraverso la riscoperta e la convivialità. L’antropologo Vito Teti definisce la restanza “non un pigro e inconsapevole restare fermi, un attendere muti e rassegnati” ma al contrario “un movimento, una tensione, un’attenzione”. Su questo principio si snoda il Festival che dal 25 aprile fino al 3 novembre 2019 animerà il territorio italiano con itinerari a piedi e in bicicletta, workshop, seminari e laboratori, mostre, concerti, documentari, presentazioni di libri e degustazioni.

Tra gli obiettivi di questa edizione c’è anche la sensibilizzazione al tema dell’inquinamento da plastica, infatti nei territori coinvolti saranno raccolte le plastiche, con il fine di ripulire i territori dai rifiuti. La prima tappa, dal 25 al 28 aprile, da poco conclusasi, ha avuto come protagonisti i Monti Sibillini, zona colpita dal terribile sisma, diventata oggi simbolo della restanza: questi territori vogliono riemergere, puntando sull’innovazione, sulla riqualificazione e sulla valorizzazione. La seconda tappa si svolgerà dal 24 maggio al 9 giugno a Bologna, luogo in cui il festival del turismo responsabile è nato e avrà come tema anche la valorizzazione e la ripopolazione dell’Appennino Bolognese. A seguire dal 7 al 9 giugno sarà la volta di Rimini e le sue Valli, dal 21 giugno al 7 luglio la Calabria di Mezzo, dal 5 al 7 luglio il Salento, dal 26 al 28 luglio il Gran Sasso, il 14 e 15 settembre Brescia, il 20 e 21 settembre Ravenna, dal 23 al 29 settembre il Trentino, dal 27 al 29 settembre Reggio Emilia, dal 4 al 6 ottobre Parma, dal 10 al 13 ottobre a Pavia, dal 13 al 20 ottobre il Monferrato, dal 26 ottobre al 2 novembre a Napoli e si concluderà sul Levante Ligure dall’1 al 3 novembre.

Un lungo viaggio dunque, alla scoperta di realtà virtuose che hanno fatto dello sviluppo sostenibile un credo, puntando sulla consapevolezza di prendersi cura dei territori e dei beni comuni. Un tempo andare via era considerata l’unica soluzione, oggi invece si preferisce restare e custodire il proprio territorio, favorendo una cultura dell’accoglienza, puntando sulle proprie risorse, valorizzandole e divulgandole utilizzando anche le nuove tecnologie. Si coniuga il benessere dei cittadini alla sostenibilità, per un turismo etico, rispettoso dell’ambiente, che punta a preservare le risorse naturali, culturali e sociali di un territorio.

Per scoprire tutti i dettagli del festival è possibile consultare il sito www.festivalitaca.net.