fbpx

Presentata la mappa turistica dell'arte metropolitana nella Capitale, sull'esempio delle grandi città mondiali. 13 municipi su 15 coinvolti. L'assessore Marinelli: "Con questa mappa, annunciamo in realtà la nascita del 25esimo museo civico di Roma, il nono gratuito"


Ancora una volta, Roma punta sulla street art. Era stata annunciata a febbraio l'intenzione di creare mappa turistica della street art a Roma, nel solco di quanto già fatto a Londra, New York e Berlino. E ora la mappa è realtà.
È stata presentata oggi dall'Assessore alla Cultura e al Turismo della Capitale Giovanna Marinelli, alla presenza del vice sindaco Luigi Nieri. Il nuovo percorso turistico include 13 dei 15 municipi della Capitale e tocca 30 quartieri, da quelli storici e centrali come Testaccio a quelli periferici come San Basilio e Tor Bella Monaca.
Come spiega il comunicato su TurismoRoma.it, sono circa 150 le strade interessate, oltre 330 le opere realizzate negli anni. Solo nei mesi di gennaio e febbraio sono stati realizzati 40 muri grazie al Bando "Roma Creativa" indetto dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo. Nella mappa sono state inserite le opere principali e le indicazioni dei principali quartieri interessati.
La Città Eterna, quella della bellezza millenaria, conferma quindi l'interesse e l'impegno per la valorizzazione di una delle forme d'arte più moderne.
Una "Capitale dell'archeologia dunque, ma anche dell'arte contemporanea e urbana, al pari delle grandi metropoli mondiali come Londra, Parigi, New York, San Paolo del Brasile. Sicuramente prima città italiana per numero di opere e afflusso di artisti internazionali come Clemens Behr, Herbert Baglione, MOMO, ma anche italiani e soprattutto romani, come Hitnes, Alice Pasquini, Sten Lex, Agostino Iacurci, Jerico" spiega Turismo Roma.
Alla mappa si affiancheranno vari strumenti di fruizione: un'app, una sezione su turismoroma.it che permetterà un aggiornamento costante delle opere, una mappatura sul Google Cultural Institute e un video promozionale girato ad hoc.
"Possiamo dire che davvero questa città è un'opera d'arte completa. È la capitale della Storia, dell'archeologia, ma è sempre di più proiettata nel futuro come capitale dell'arte contemporanea. Oggi, con questa mappa, annunciamo in realtà la nascita del 25esimo museo civico di Roma, il nono gratuito" ha commentato l'assessore Marinelli. "Abbiamo scelto uno slogan significativo: cambia prospettiva, la strada è il tuo nuovo museo. Proprio perché l'obiettivo di questa mappa è quello di mostrare Roma da un altro punto di vista, non archeologico, ma rivolto all'arte contemporanea e urbana. Un nuovo tour che porterà i turisti a ritornare nella capitale per vederla da un'altra prospettiva. Ma penso anche ai tanti romani che scopriranno, come già è avvenuto con vari progetti, la bellezza del proprio quartiere. Roma negli anni è cresciuta moltissimo da questo punto di vista, oggi abbiamo delle vere e proprie opere d'arte che sono sotto gli occhi di tutti e oltre 120 artisti, di cui circa la metà italiani, hanno scelto Roma come cornice per i loro quadri. Numeri che ci rendono orgogliosi e che meritano la giusta promozione. Questa mappa è solo l'inizio di un percorso destinato a evolversi".
Per consultare la piattaforma Google: https://streetart.withgoogle.com/it/
Per un approfondimento sulla Street Art romana:
https://www.google.com/culturalinstitute/collection/street-art-rome

Di seguito il video "Ars in via", che presenta la campagna. Il brano "Revolution" è della band romana dei WakeupCall.
{youtube}8VjsrkIKXAw{/youtube}

La mappa in pdf: http://www.turismoroma.it/wp-content/uploads/2015/04/leaflet_streetart.pdf
LEGGI ANCHE: Roma colora le periferie con la street art

Roma, la street art pubblica per la riqualificazione della periferia

"Musei in strada", Roma porta l'arte in periferia