fbpx

Gli inquilini d’Italia cercano una seconda casa nella tranquillità dei nostri territori: +38% nel 2013 

 In "Io ballo da sola", Bertolucci raccontava le inquietudini di una giovane Liv Tyler che in un'estate in una grande villa sulle colline senesi, tra scultori, artisti e yuppies americani, cercava il padre mai conosciuto. Lo script del cult movie di metà anni novanta è una storia realistica tra le centinaia di racconti che nelle vacanze d'estate, inverno e primavera accadono agli inquilini d'Italia, gli stranieri che scelgono il nostro paese come domicilio per le seconde case.

La voglia d'Italia non è passata agli stranieri che continuano a cercare una casa in cui trovare orizzonti dove raffreddare i pensieri. La ricerca di Gate-away.com, portale immobiliare che aiuta chi è in cerca di una seconda all'estero, dice che la vendita del mattone italiano è in pieno boom: nel 2013 il 38% in più di stranieri hanno comprato casa in Italia e anche i numeri di inizio 2014 sono ottimi, il trend segna un +14% già tra gennaio e febbraio, non abitudinariamente mesi di grandi affari.
Come nel film di Bertolucci, gli americani continuano ad amare il nostro paese e sono in cima alla classifica degli inquilini d'Italia seguiti dagli "antenati" inglesi, da tedeschi e poi i francesi. Il New York Times nella sezione Great Homes And Destinations sembra voler spingere gli americani a scoprire una nuova Toscana, il triangolo d'oro del Piemonte meridionale. Nell'area tra Langhe, Monferrato e la campagna astigiana, le agenzie Piedmont Properties e Case in Piemonte dichiarano che per i loro affari il 2013 è stato il migliore anno dal 2008. Tra i saliscendi delle Langhe e la campagna astigiana in cui nei giorni limpidi si scorge l'intero arco alpino, gli svizzeri, primi grandi investitori in questa zona, si sono sempre sentiti a casa; negli ultimi tempi sono accorsi in massa anche tedeschi e scandinavi. Gli americani, al momento, continuano ad amare Lombardia, Abruzzo, Liguria, Umbria: come loro, quasi la totalità degli stranieri proprietari in Italia cercano case lontano dal caos, in montagna o vicino al mare, isolate e lontane dai centri abitati. L'identikit degli stranieri d'Italia è una fascia di età che va dai 45 ai 60 anni, di buona cultura, affascinati dal nostro patrimonio, dalla cultura enogastronomica e del buon vivere, in sostanza un turista che torna per comprare una casa, in cui trascorre un buen retiro italiano.

 

LEGGI ANCHE:Le case vacanza più care e quelle più economiche d’Italia

Brusco calo di prezzo per le case al mare

Pezzi d’Italia in vendita: l’isola di Santo Stefano su Immobiliare.it