fbpx

Le "bollicine bresciane" saranno protagoniste dei brindisi ufficiali di Expo 2015, ma tutto il territorio beneficierà di una specifica promozione turistica all'interno dell'Esposizione di Milano


Presentata a Milano la partnership tra il Consorzio Franciacorta e Expo Milano 2015. La collaborazione è frutto dell'accordo siglato a fine 2014, dopo che il Consorzio si era aggiudicato la gara per l'Official Sparkling Wine dell'Esposizione Universale. Le "bollicine bresciane", spiega il sito ufficiale dell'esposizione milanese, diventano così il brindisi ufficiale del grande evento internazionale, durante il quale lo stesso territorio della Franciacorta sarà al centro di un'attività di promozione turistica mirata.
"In qualità di Presidente del Consorzio Franciacorta esprimo, a nome di tutti i soci, la nostra soddisfazione per l'opportunità che Expo 2015 offre a Franciacorta" ha dichiarato Maurizio Zanella, presidente del Consorzio "Expo Milano 2015 è una vetrina internazionale, oltre che nazionale, per il nostro prodotto che proprio negli ultimi anni sta raccogliendo importanti successi commerciali e di critica oltre frontiera". "L'obiettivo di Expo Milano 2015 è di presentare e valorizzare le eccellenze italiane e sicuramente il Franciacorta rappresenta un prodotto di alto livello qualitativo che sta ottenendo da tempo un grande successo in tutto il mondo" ha aggiunto l'amministratore delegato di Expo 2015 Giuseppe Sala.
Oltre a essere con i propri vini al centro di ogni brindisi ufficiale di Expo Milano 2015, al territorio della Franciacorta l'Esposizione Universale dedicherà uno specifico programma di promozione turistica e culturale. "Expo 2015 è un'eccezionale occasione per invitare i visitatori a conoscere il nostro territorio. In questi sei mesi ci impegneremo per trasmettere agli ospiti la passione e l'impegno, da cui nasce il nostro vino, e per conquistarli con il fascino della Franciacorta" ha detto ancora Zanella.
L'intervento di promozione territoriale è stato salutato con particolare interesse anche dal ministro delle Politiche agricole con delega all'Expo, Maurizio Martina, che ha dichiarato: "Expo è un'occasione unica, per mostrare al mondo la forza delle nostre esperienze agroalimentari e proprio il vino è uno dei protagonisti fondamentali di questo racconto. Non potrebbe essere diversamente".
Anche Mauro Parolini, assessore al turismo, commercio e terziario di Regione Lombardia, ha commentato con soddisfazione l'accordo di partnership fra Expo e Franciacorta. "Dietro il potenziale produttivo di 18 milioni di bottiglie, non ci sono solo storie di persone ed eccellenze vitivinicole e imprenditoriali, ma anche un territorio da scoprire a tutto tondo: dalle cantine ai monasteri, passando attraverso la tradizione gastronomica, l'artigianato e il contatto con la natura" si legge sul sito personale dell'assessore. "Per rinforzare la piattaforma sulla quale il turismo si sta affermando come potenziale asset primario è necessario lavorare ad un'offerta in grado di superare la semplice visita della destinazione per coinvolgere il turista in una esperienza di viaggio più completa. In questo senso questo accordo rappresenta una grande opportunità che va integrata con la promozione complessiva del territorio".


LEGGI ANCHE: La terza rivoluzione del Vino

Brunello e Franciacorta insieme per un nuovo modello di promozione del vino