fbpx

Il rosso e l'effervescente, due vini diversi, che hanno in comune una forte componente territoriale e la grande vocazione alla qualità tanto da divenire ambasciatori del made in Italy.

In un Vinitaly in cui l’internazionalizzazione è stato uno dei topic più discussi, lunedì, Brunello e Franciacorta hanno annunciato una partnership, che può diventare un modello di sinergia.

Ai nostri microfoni il vicepresidente del Consorzio del Brunello Francesco Ripaccioli e Maurizio Zanella, Presidente Franciacorta, commentano il progetto comune tra i due consorzi: ”Due vini molto radicati ai loro territori, due eccellenze che testimoniano il Made in Italy, due storie che decidono di collaborare, due prodotti non in competizione, ma assolutamente complementari.- afferma il Vicepresidente del Consorzio del Brunello-Per i produttori del Brunello l’essere vincenti sui mercati internazionali è legato principalmente a due motivi: investire in quelli ad alto potenziale di spesa e proporre un prodotto riconoscibile, sia per l’alto valore qualitativo sia per l’unicità dell’offerta. Ma c’è un altro fattore che ci accomuna con il Franciacorta: l’esperienza e la capacità dei produttori che nel tempo hanno saputo trasformare la forza del territorio e la sua ticità in un sistema unico e irripetibile, che è poi l’emozione, la passione e la storia che gli intenditori cercano in una bottiglia di Brunello”.

{youtube}42I2wg73Ivw{/youtube}

 Gli fa eco il Presidente Franciacorta: “Franciacorta è il risultato della passione, della dedizione e della tenacia di persone che con sensibilità e lungimiranza hanno saputo creare novità e successo, riuscendo a sviluppare una Denominazione riconosciuta come uno dei migliori ambasciatori del Made in Italy, dall’elevata qualità e dalla spiccata personalità. Un successo che ora vogliamo portare anche all’estero dove l’aumento a doppia cifra del 2013 ci incoraggia a proseguire l’attività di penetrazione”.

{youtube}jNVCIKdrS4U{/youtube}

Il progetto triennale di promozione del vino Brunello e Franciacorta è dedicato ai media e agli operatori attraverso azioni che si sviluppano all’estero. Dopo una prima fase di avvio, che ha visto stampa e operatori tedeschi in visita in Franciacorta e a Montalcino, è in programma nei prossimi mesi un educational rivolto agli addetti del settore ingesi. Nelle città di Monaco, Francoforte, Londra e Manchester invece le due denominazioni proporranno seminari di degustazione tenuti da esperti sommelier e offriranno inoltre l’opportunità di approfondire la cultura gastronomica italiana. Nel panorama enologico, i due brand rappresentano l’eccellenza nella qualità e il rigore nella produzione ormai riconosciuti da un pubblico di appassionati ed esperti, ora grazie all’impegno e alla passione dei numerosi attori coinvolti sono sempre più rivolti verso la conquista del mercato estero.

 

LEGGI ANCHE: 

 BRAVO Vinitaly: una vittoria per l’Expo

Vinitaly: una storia d’amore con i territori italiani