fbpx
Riviera dei Cedri

L’obiettivo è migliorare la competitività e l’attrattività dei sistemi produttivi del turismo

La Regione Calabria ha lanciato un bando che dovrà servire per un salto di qualità dei servizi turistici regionali, intervenendo con 18,6 milioni di euro (POR 2014-20 Asse 3 – Competitività e attrattività del sistema produttivo). Sono risorse importanti, indirizzate a piccole e medie imprese e a lavoratori autonomi con unità operativa in Calabria per la realizzazione di interventi finalizzati al potenziamento dell’accoglienza, della ricettività, dell’accessibilità nonché alla creazione di nuovi prodotti e servizi turistici.

La Calabria viene da un periodo molto positivo in termini di presenze turistiche durante la stagione estiva. Il comparto ha ottime potenzialità e può diventare trainante e capace di generare sviluppo per l’intero sistema economico regionale. “Dobbiamo investire sulla qualità dei servizi e dell’offerta ricettiva perché possiamo essere protagonisti competitivi, anche nel panorama internazionale, capaci di coniugare alle bellezze naturali, culturali ed enogastronomiche della nostra terra elementi di innovazione al passo con la domanda di un mercato sempre più esigente” ha commentato il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio durante la presentazione del bando.
L’avviso pubblico prevede il finanziamento di progetti per il miglioramento e la qualificazione dei servizi turistici e dell’offerta ricettiva delle imprese operanti nelle destinazioni turistiche regionali, attraverso interventi materiali e immateriali quali il consolidamento e l’innovazione di prodotti/servizi turistici esistenti, la realizzazione e la promozione di nuovi prodotti/servizi turistici innovativi, la riqualificazione, l’efficientamento energetico e innovazione tecnologica delle strutture turistiche.

Il bando suddivide la dotazione finanziaria in due ambiti prioritari: circa 10,6 milioni di euro destinati all’Ambito prioritario 1 relativo al potenziamento e qualificazione dei servizi di ricettività e termali, mentre i restanti 8 milioni di euro rivolti all’Ambito prioritario 2 per il rafforzamento e qualificazione degli altri servizi turistici.

Ogni progetto proposto dovrà presentare spese ammissibili per un valore minimo complessivo di 100 mila euro (40 mila nel caso di agevolazione concessa ai sensi del Regolamento UE n. 1407/2013 “de minimis”) per progetti ingegneristici, studi di fattibilità, fidejussioni, macchinari e impianti, opere murarie, software e licenze, servizi di marketing e innovazione.
Gli aiuti sono riconosciuti nella forma di contributo in conto capitale, concessi a copertura delle spese ammissibili sostenute per la realizzazione delle spese per investimenti.
L’avviso, con la relativa modulistica per la presentazione della domanda, è disponibile sul sito della Regione Calabria http://www.regione.calabria.it/calabriaeuropa.
Le domande di agevolazione dovranno essere compilate on line a partire dalle ore 12,00 del 5 ottobre 2017 ed entro le ore 12,00 del 31 ottobre 2017.