fbpx

Albugnano, Aramengo, Cocconato e Passerano Marmorito propongono un mese di eventi mettendo al centro la rappresentazione della nascita di Gesù

Locandina Presepi 2016 Albugnano Aramengo Cocconato PasseranoProporre il presepe come alternativa al mercatino di Natale che ha ormai invaso paesi e città. Per distinguersi dalle tante proposte commerciali, quattro comuni dell’Astigiano hanno deciso di puntare sulla tradizione cattolica proponendo per il loro Natale un intero mese di esposizioni che vanno dall’8 dicembre a dopo l’Epifania.

Albugnano, Aramengo, Cocconato, Passerano Marmorito unendo le loro tradizioni e le esperienze degli anni precedenti hanno messo insieme un palinsesto di manifestazioni di tutto rispetto e in grado di attrarre turisti in cerca di qualcosa di insolito.
All’Abbazia di Vezzolano nel territorio di Albugnano dall’8 dicembre al 5 gennaio torna il presepe di Anna Rosa Nicola, artista nonché direttore tecnico del rinomato laboratorio Nicola Restauri. Il suo presepe, in continua evoluzione, si è arricchito di numerose scene e nuove botteghe. È visitabile ogni sabato e domenica e nei giorni festivi dalle 10 alle 17 con ingresso gratuito. Il sabato pomeriggio la stessa Anna Rosa è presente per illustrare la sua opera, caratterizzata da inventiva, capacità tecniche e grande passione, che in passato ha già lasciato incantati migliaia di visitatori.

I segreti del presepe di Anna Rosa Nicola e la cura dedicata ai minimi dettagli sono spiegati anche nello stesso laboratorio Nicola Restauri di Aramengo con una esposizione intitolata Presepiando. Si tratta di un vero e proprio dietro le quinte per ammirare nuove scene in costruzione, comprendere le diverse tecniche e i sorprendenti materiali utilizzati. La mostra è aperta il sabato e domenica dalle 15 alle 18. Il laboratorio di restauro solo su prenotazione, il sabato dalle 15 alle 18.

Da una visita ad Assisi, nel 2010 è nata l’idea di esporre presepi nella frazione Schierano di Passerano Marmorito come messaggio francescano di pace, fede e tradizione. Dai primi 15 presepi del primo allestimento, con il passaparola dei visitatori anno dopo anno, si è passati oggi a oltre 200 con il coinvolgimento di tutta la popolazione. Sono esposti davanti alle chiese, alle porte delle case e sulle finestre, nei vicoli e lungo la strada principale. Di notte sono illuminati e creano un’atmosfera suggestiva che esalta il clima natalizio. Ideati con semplicità e materiali naturali, i presepi sono dedicati a Papa Francesco e al suo trisnonno Giuseppe Bergoglio, a cui Schierano ha dato i natali nel 1816. La piccola frazione di Passerano Marmorito è un’antica borgata di rara bellezza ed è stata dichiarata paesaggio di notevole interesse pubblico dalla Regione Piemonte. L’evento ovviamente è gratuito ed è coordinato dalla Pro Loco.

Anche Cocconato espone negli angoli più caratteristici e nelle vetrine del suo centro storico presepi di ogni genere e fattura, mentre una mostra dal titolo Presepi d’autore e dal mondo è allestita nel salone comunale Cortile del Collegio. Singolare è l’adattamento scenografico di un presepe con personaggi e scene realizzati all’uncinetto ed inseriti in un contesto classico con casette, montagne, laghetti e stradine. I presepi provengono dalle collezioni di numerosi appassionati. Né poteva mancare il classico presepe animato sulla scalinata della chiesa, il 24 dicembre dalle 22, con la rappresentazione della Natività e un analogo presepe vivente il 6 gennaio con l’arrivo dei Re Magi a cavallo.