fbpx
Italian Wonder Ways

Umbria, Toscana, Lazio e Marche portano 100 giornalisti a scoprire e raccontare gli itinerari storici da fare a piedi. Il 28 settembre arrivo da papa Francesco

Si chiama “Italian Wonder Ways” il nuovo progetto dedicato a quello che negli ultimi anni sta emergendo come un attrattore formidabile per il turismo italiano: i cammini storici. Un asset che quest’anno ha un significato ancora più ampio, considerato il Giubileo della misericordia indetto da papa Francesco e l’Anno dei cammini storici promosso dal MiBACT.
Per lanciare “Italian Wonder Ways”, le regioni interessate – Umbria, Toscana, Lazio e Marche – hanno coinvolto 100 partecipanti tra giornalisti, blogger e scrittori provenienti da tutto il mondo e li hanno suddivisi in 5 gruppi: ciascun gruppo dal 22 al 28 settembre è chiamato a toccare con mano (o meglio con i piedi) uno dei 5 itinerari predisposti dal progetto. In 7 giorni di viaggio, i partecipanti cammineranno complessivamente per 412 chilometri.
L’obiettivo di questo test è far conoscere al mondo intero, attraverso i racconti dei 100 partecipanti, l’Italia dei Cammini con tutti i suoi tesori culturali, artistici, paesaggistici ed enogastronomici: piccoli borghi, ricchezze storiche e artistiche, territori e comunità locali, tradizioni e cibo. Cinque cammini di pellegrinaggio che verranno mostrati e raccontati nei 5 continenti. E la madrina del progetto è sicuramente una testimonianza dell’apertura mondiale di “Italian Wonder Ways”: a presentare il progetto a Perugia è stata infatti la portavoce della Fondazione Nelson Mandela, Ndileka Mandela, nipote del leader sudafricano.
Gli itinerari scelti sono il Cammino Francescano della Marca (Loreto-Assisi), la Via di Francesco (La Verna-Assisi), la Via Amerina (Assisi-Roma), la Via Francigena (tratto nord Lucca-Roma, tratto sud Formia-Roma) e il Cammino di San Benedetto (Norcia-Cassino). Tra via di Francesco e via Francigena, l’iniziativa punta – come ha detto l’assessore toscano Ciuoffo – a “creare un prodotto unico che possa far superare i confini regionali e attirare un turismo esperienziale e sostenibile”.
Il 28 settembre, giornata conclusiva, tutti i partecipanti confluiranno a Roma, per l'incontro con Papa Francesco a San Pietro.
Sito ufficiale del progetto: http://www.italianwonderways.com/