fbpx

Assegnati alla perla delle Dolomiti bellunesi i mondiali di sci 2021; intanto dalla Regione parte un bando da 1,6 milioni per nuove imprese legate a cicloturismo ed enogastronomia

D’inverno lo sci, d’estate la bicicletta, ma a fine attività sempre del buon cibo: si possono riassumere così le ultime novità sul turismo in Veneto.
La Regione italiana che ospita più turisti internazionali sarà la sede dei Mondiali di Sci Alpino 2021, che si svolgeranno nella perla delle Dolomiti bellunesi, Cortina d’Ampezzo. Intanto dagli uffici regionali arriva un bando da 1,6 milioni di euro per cicloturismo ed enogastronomia.
Da Cancun, in Messico, è arrivata in questi giorni l’investitura ufficiale della FIS per ospitare i mondiali di sci del 2021: una nomina ampiamente prevista, visto che Cortina era l’unica candidata, premiata con la scontata unanimità dei voti al quinto tentativo di candidatura: a Cortina si sono svolti i mondiali del 1932 e quelli (poi annullati) del 1941, oltre ai Giochi olimpici invernali del 1956. Secondo il presidente del Veneto, Luca Zaia, questi mondiali “segneranno il rinascimento di tutte le Dolomiti. La forza trainante di un evento sportivo planetario nell’era più mediatica di sempre è incalcolabile”.
Intanto, in questi stessi giorni, la Giunta regionale del Veneto ha approvato il bando per l’erogazione di contributi, con risorse del POR FESR 2014-2020, finalizzati a promuovere e finanziare l’attivazione di nuove imprese, anche complementari al settore turistico tradizionale, per la realizzazione di prodotti innovativi riguardanti in particolare il cicloturismo e il turismo enogastronomico.
“Oggi diamo avvio a una linea di finanziamento di 1,6 milioni di euro per la valorizzazione di itinerari escursionistici e cicloturistici e proposte di turismo enogastronomico” ha spiegato l’assessore regionale al turismo Federico Caner “Ma saranno considerati anche altri segmenti innovativi che, promuovendo elementi di attrazione culturale e naturale del territorio, favoriscano il rilancio di destinazioni turistiche a rischio di stagnazione. Altro obiettivo, infine, è quello di integrare il settore del turismo con altre filiere produttive, come quella agroalimentare, l’artigianato, i trasporti, ecc.”.
Il finanziamento si rivolge alle nuove micro, piccole e medie imprese (PMI), localizzate nei Comuni che hanno formalmente aderito all’Organizzazione di Gestione della Destinazione (OGD) “Dolomiti”, proprio l’area interessata dai mondiali di sci, e a quelle nei Comuni attraversati (o con essi confinanti) dai principali itinerari cicloturistici e dai percorsi riconosciuti nell’ambito della Rete Escursionistica Veneta.

claudio pizzigallo

Claudio Pizzigallo

Twitter @pizzi_chi