fbpx

Dalla Regione un supplemento dei fondi per le graduatorie di bandi destinati a turismo e piccole medie imprese. 13 milioni di euro ripartiti alle 4 Camere di Commercio provinciali


Il Friuli Venezia Giulia aumenta i fondi regionali a disposizione del turismo, con un finanziamento da più di 13 milioni di euro destinato alle Camere di Commercio provinciali.
Su proposta del vicepresidente della giunta e assessore alle attività produttive, Sergio Bolzonello, è stato approvata la ripartizione a favore degli enti camerali delle risorse a valere fino al 2012 sul Fondo per la concessione di incentivi alle imprese non più erogabili, destinandole – si legge in una nota ufficiale – a “interventi per imprese turistiche, progetti di aggregazione in rete e contributi per la competitività delle imprese di minori dimensioni”.
Nello specifico, spiegano dalla Regione autonoma, l’intervento riserva gli oltre 13 milioni di euro di finanziamenti, in parte già liquidati e in parte solo impegnati, con una suddivisione che prevede 6.194.618,72 euro alla Camera di Commercio di Udine; 4.063.311,42 euro a quella di Pordenone; 1.461.509,21 euro a Gorizia; 1.438.766,86 a Trieste.
Tre i canali contributivi attraverso cui saranno ripartite le risorse: il primo riguarda le domande presentate nel corso del 2014 per contributi a favore delle imprese turistiche volte all’incremento e al miglioramento delle strutture ricettive alberghiere, delle strutture ricettive all’aria aperta, delle case e appartamenti per vacanze; il secondo è per le domande presentate nel corso del 2015 destinate alla realizzazione di progetti di aggregazione in rete di piccole e medie imprese; il terzo si riferisce alle domande presentate nel corso del 2014 per incentivi che hanno come scopo il rafforzamento e il rilancio della competitività delle microimprese e delle piccole e medie imprese.
I finanziamenti in questione, ha assicurato il vicepresidente FVG Bolzonello, saranno “immediatamente utilizzati” per lo scorrimento di graduatorie già approvate e relative a bandi le cui dotazioni finanziarie iniziali si erano rivelate sufficienti a soddisfare soltanto una ristretta minoranza delle domande presentate.
Lo stesso Bolzonello ha quindi sottolineato la strategicità della scelta di aumentare i fondi per il settore turistico e per il sistema produttivo; una scelta, ha spiegato l’assessore, motivata dal fatto che “il primo rappresenta uno dei volani dello sviluppo e gli incentivi per migliorare i servizi e le attrezzature turistiche sono previsti anche dal Piano strategico regionale. Il sostegno alla competitività delle imprese, anche attraverso l’aggregazione di imprese, è una delle condizioni per affrontare la concorrenza internazionale”.

 

LEGGI ANCHE: Umbria, 3,3 milioni per tutte le imprese turistiche meritevoli

FVG, sinergie e alleanze per valorizzare Miramare e "Antonio"

FVG, le rievocazioni storiche in un club di prodotto turistico

Piemonte, 14,7 milioni di fondi alle Pmi del turismo

Abruzzo, imprese e territorio insieme per progetti “TENACI”