fbpx

La Regione finanzia, attraverso il bando Maciste, quattro nuovi corsi di formazione in settori turistici e territoriali: tecnico della progettazione di piani di sviluppo turistico, tecnico subacqueo, marinaio di porto turistico e addetto a panificazione e pasticceria


Si chiama Maciste il bando che in Sardegna finanzia interventi volti a inserimenti lavorativi di persone prive di occupazione nei settori economici collegati alle professioni del mare, alla sostenibilità ambientale e agli interventi sul territorio. L'Assessorato del Lavoro di Regione Sardegna ha informato che sono stati ammessi a finanziamento quattro progetti proposti dal Centro Professionale Europeo "Leonardo" relativamente a questo bando il cui scopo è l'inserimento professionale riguardante i comparti economici territoriali.
In particolare, spiega la Regione, i corsi finanziati riguardano quattro figure professionali. La prima è quella di addetto alla lavorazione e alla commercializzazione dei prodotti della panificazione/pasticceria. Vi è poi il corso relativo alla figura di tecnico della progettazione, definizione e promozione di piani di sviluppo turistico e promozione del territorio (rivolto ai diversamente abili). Il terzo corso finanziato dal bando riguarda l'operatore Tecnico Subacqueo; il quarto, infine, è relativo alla figura di marinaio di porto turistico - addetto servizi logistici e accoglienza sostenibile.
Il bando ha come destinatari i residenti in Sardegna, in possesso dei requisiti specifici per ciascun corso, inoccupati o disoccupati, che abbiano compiuto la maggiore età. È prevista una riserva di partecipazione pari al 25% dei partecipanti complessivi per lavoratori con titolo di studio di I grado, con almeno tre anni di esperienza nel settore specifico di riferimento del corso, che negli ultimi 4 anni (cioè dal 2012 a quest'anno) abbiano beneficiato di ammortizzatori sociali in deroga e che risultino disoccupati e non più in grado di fruire di ammortizzatori. Tutti i destinatari non devono frequentare alcun altro corso di formazione a finanziamento pubblico.
Ai destinatari sarà corrisposta un'indennità di frequenza di 2 euro per ogni ora di frequenza, oltre a tutto il materiale didattico. Le domande di iscrizione devono essere redatte e inviate tramite raccomandata con ricevuta di ritorno entro il 20 maggio 2015.
Per ulteriori informazioni consultare il sito di Regione Sardegna ai seguenti link
http://www.regione.sardegna.it/j/v/13?s=279854&v=2&c=392&t=1
http://www.regione.sardegna.it/j/v/60?s=1&v=9&c=390&c1=1385&id=47297

 

LEGGI ANCHE: Sardegna, lavoro e cooperazione contro lo spopolamento del territorio

Sardegna, 10 milioni di investimento tra Expo e aerei